Titolo

Occupazione e ricambio intergenerazionale

2 commenti (espandi tutti)

E' uno di quei casi (non pochi a dire il vero) in cui gli strumenti macro-economici sembrano essere poco utili. Un'azienda che cresce (e l'economia di un paese farà lo stesso, se le sue aziende in larga parte crescono) ha interesse a mantenere anziani esperti e ad assumere giovani: ciò significa più ocupazione per entrambi. In un contesto economico di crescita anche il turnover del personale è molto più alto, perché la domanda di lavoro tende a superare l'offerta. Non è questione di "modello super-fisso": è un fatto che la domanda di lavoro è nel nostro paese - salvo poche eccezioni - inferiore all'offerta.  Il turnover del personale è un fatto positivo (se non raggiunge valori eccessivi, diciamo superiori al 30%/anno) ed oggi è fortemente limitato da 1) poche uscite volontarie, a causa delle poche opportunità 2) allungamento dei tempi necessari a conseguire la pensione "attesa". La staffetta si riferisce al punto 2) e può portare vantaggi a) all'azienda che recupera un turnover accettabile ed evita di creare un "buco" generazionale, b) all'anziano che può decidere di lavorare meno, di fare un secondo lavoro e in generale di "rallentare" senza traumi e senza penalizzare il suo reddito futuro (pensione) c) all'anziano che rischia di essere licenziato e rimanere senza lavoro per anni fino alla pensione ed infine c) al giovane che può avere più opportunità di lavoro. La staffetta così concepita funziona in questa situazione: reddito dell'anziano medio-alto, possibilità  per lui di trovare un secondo lavoro, azienda non in crisi, ma senza immediate prospettive di crescita. Ovviamente ha un costo per la collettività, che va confrontato con quello da sostenere eventualmente per dare un sussidio ai giovani dispoccupati o un prepensionamento agli anziani. A mio parere la misura dovrebbe entrare in modo permanente nel nostro ordinamento, affinché le persone possano pianificare la loro vita lavorativa tenendone conto. In periodi di crescita se ne farebbe poco uso, in periodi come questo l'utilizzo sarebbe maggiore. Non credo possa fare miracoli, ma avrebbe l'effetto di un po' d'olio in un ingranaggio bloccato. In attesa di progettare e realizzare finalmente un motore nuovo per la crescita

La staffetta da quanto mi raccontano amici in medie e grosse realtà italiane avviene già da un po' in modo diverso. L'anziano viene licenziato o prepensionato (perdendoci) ma continua a lavorare per l'azienda come consulente, ricuperando parte della perdita. Altri lavoretti sono in nero.  I giovani non entrano.