Titolo

Occupazione e ricambio intergenerazionale

1 commento (espandi tutti)

seguo pure io quel blog, e mi sono andato a vedere il dibattito in rete. Ecco, con il cuore con Landini, ma con la testa con Boldrin. Però, a un sindacalista dei metalmeccanici non gli puoi dire "il precariato è bello". Un professore universitario in USA non è la stessa cosa di un operaio italiano in mobilità.

Per dire, io sono un dipendente pubblico: ho cambiato posto cinque volte in quattro anni (Piacenza, Bologna, Caserta, Milano, Roma) con un figlio appena nato e moglie allora ancora precaria nella scuola, sono un "astronauta onorario", visto che mi sono fatto in treno l'equivalente di Terra-Luna e ritorno e ti garantisco che non è bello.

Poi, lo scontro con la Dandini. Non l'ho seguito tutto, ma non puoi limitarti a dire, "il prestito per l'università lo chiedi se non sei abbastanza smart da prendere la borsa di studio". Ho dei conoscenti online americani che continuano a dire che il carico di debito pesa troppo sui neolaureati, che i redditi che ottengono non coprono l'ammortamento (cfr. Bloomberg che invita a fare l'idraulico)  e potrebbe addirittura essere un rischio sistemico per le banche tipo i subprime, ci sono delle criticità. Insomma, certe volte Boldrin mi sembra, come dire, troppo cocksure.