Titolo

Il mito della prima casa

3 commenti (espandi tutti)

Egregio sig. Famularo, gli articoli da Lei citati si trovano nel codice di procedura civile, non nel codice civile.

Dopo questa opportuna precisazione, osservo che le notizie di stampa - almeno quelle dei quotidiani maggiormente attendibili - hanno precisato con chiarezza che l'impignorabilità della prima casa riguarda solo i crediti tributari. Quest'osservazione non infirma le Sue considerazioni a proposito della tutela dei finanziatori, che condivido integralmente, in linea di principio, ma sono disattese nella pratica dalle difficoltà che essi incontrano nell'escussione delle garanzie ipotecarie (cosa che si può dire anche delle ragioni dei locatori, che da decenni incontrano difficoltà anche maggiori nella liberazione degli immobili locati). 

però

Pietro Puricelli 22/6/2013 - 15:02

Il problema mi sembra sia che l' impignorabilità non leda tanto gli interessi dei finanziatori, quanto che vada a discapito di chi ha bisogno di un finanziamento. Comunque chi concede un credito lo farà a tassi correlati con la possibilità di rientrare del prestito, e si coprirà dell'eventuale rischio di insolvenza. Il fatto che già adesso sia problematica l'escussione delle garanzie ipotecarie non rende meno stravagante l'idea che sia possibile contemporaneamente avere finanziamenti a tasso ragionevole e una sostanziale mancanza di garanzie per il prestatore.