Titolo

Metropoli in bici

2 commenti (espandi tutti)

Milano

Marco Baccaglio 2/8/2013 - 08:18

Mi permetto di correggere il commento su Milano, dove Bikemi funziona da ormai almeno 3 anni, costa meno di 50 euro all'anno e ci sono docking stations da tutte le parti, entro la cerchia dei navigli, e in un buon numero di punti entro la cerchia di piazzale loreto. Le stazioni sono oltre 200, che per una citta' piccola come Milano non mi sembrano poche.

Detto questo, la mia esperienza personale (ho sottoscritto il servizio il primo giorno che e' stato messo in piedi) e' che il problema sono la mancanza di piste ciclabili, le rotaie del tram e la maleducazione degli automobilisti...

 

bacca

Il servizio c'e' anche a Bologna, dal 2005, costa 10 euro che si pagano una volta sola (5 per studenti e personale Unibo) e si chiama "C'entro in bici", qui alcuni numeri e caratteristiche (tra cui le facili soluzioni antifurto per sella e ruote e l'informazione che lo stesso servizio e' usufruibile in altri 95 comuni).

Concordo con Marco che il vero vincolo al take off di questo servizio sono le piste ciclabili (la principale garanzia di sicurezza per i ciclisti nei centri urbani) che non ci sono, e' un classico caso di complementarieta' per cui le due cose vanno fornite assieme.

Queste sono secondo me le cose che dovrebbero avere elevata priorita' per una buona amministrazione municipale, anche perche' e' un caso da manuale di esternalita' (da congestione e da inquinamento atmosferico e acustico, per esempio) da internalizzare e che giustificano intervento pubblico proporzionato alla loro intensita' -- la mia percezione e' che siano esternalita' quantitativamente molto rilevanti.

Personalmente sarei ben lieto di pagare una tassa di scopo annuale per questo.