Titolo

Metropoli in bici

9 commenti (espandi tutti)

Germania

Turz 2/8/2013 - 16:30

In quasi tutte le principali città della Germania, dove le piste ciclabili sensate ci sono (volendo si può andare anche da una città all'altra senza mai uscire dalla ciclabile) c'è un servizio di noleggio bici che costa 1 euro ogni mezz'ora, oppure 36 euro all'anno e poi la prima mezz'ora gratis e le successive mezz'ore 50 centesimi.

Le stazioni sono sparse in tutta la parte densamente abitata delle città (non in estrema periferia, ma in una zona molto più ampia del solo centro) e sono distanti circa 1 km (quindi ce n'è sempre una entro 500 m).

Però le metropolitane sono raramente affollate e puzzolenti.

Io sto coi taxisti di NY che smadonnano contro tutte queste nuove piste ciclabili che li costringono ad esempio ad una sola careggiata down broadway. Una ragione in piu' per non a andare a trovare Giorgio. 

Il mondo si sta riempiendo di ciclisti vegani. Ovvia decadenza, secondo me, ma so di essere minoranza. 

Ma tanto tu non esci mai dal village no? :-)


PS ho notato che i ciclisti vegani stanno colonizzando pure la NYFed.

da buttare, quando un tragitto di 15 minuti in Taxi a NYC ti costa 15 dollari a cui devi aggiungere la mancia..sfotti pure i salutisti...

  • anche in questo ambito l' Italia ha una sua peculiarità. Eh sì, perchè qui non si sta riempendo di ciclisti vegani ma di aspiranti ciclisti. Tutti che"se ci fossero più piste ciclabili allora sì che si andrebbe in bici" con il risultato che i sindaci illuminati devono dimostrare la loro "illuminatezza" costruendo piste ciclabili, anche in modo improbabile (fatevi un giro al parco nord di milano zona bruzzano) non si realizza che in Germania è pieno di ciclabili perchè i tedeschi vanno in bici non, come crediamo qui, i tedeschi vanno in bici perchè ci sono le ciclabili. Senza contare che spesso, dove ci sono, il ciclista non le usa (viali villa reale di Monza, ad esempio) preferendo la strada. 

 

siamo bastian contrari per default, mica  per scherzo! 

non si realizza che in Germania è pieno di ciclabili perchè i tedeschi vanno in bici non, come crediamo qui, i tedeschi vanno in bici perchè ci sono le ciclabili

in realta' secondo me il problema e' di equilibrio ed entrambe le cose sono vere. Il tentativo di bloomberg a NY e' quello di spostare la citta' in un equilibrio diverso. Non sara' facile.

che entrambe le "versioni" possano, in una certa percentuale, essere vere lo penso anch'io. Il problema è nel dibattito italiano dove da una parte "i ciclisti", pensando che tutti la vedano come loro, individuano nella mancanza di ciclabili la ragione dello scarso numero di ciclisti, dall'altra parte la maggioranza che vigliaccamente si vergogna ( perchè non è cool) di dire ai "ciclisti" che la bici la prenderebbero comunque solo con temperatura 22 gradi ventilati ( non un grado in più che si suda, non un grado in meno che fa freddo) e che il traffico cittadino così pericoloso in bici se lo affrontano senza timore in motorino, che fanno anche meno fatica. Questo equivoco crea l'illusione di un movimento di amanti dell bicicletta che non esiste nella realtà, non nei numeri immaginati lmeno.

casco

marcodivice 5/8/2013 - 14:40

nel post non si accenna ai caschi.non è possibile noleggiarli?