Titolo

Euro, domanda, e produttività: un viaggio nel mito. Parte 1

7 commenti (espandi tutti)

Pensavo che scrivendo finalmente su un blog, e abbandonando twitter, i troll mi avrebbero lasciato in pace. Ebbene, esistono anche qui. E anche abbastanza modesti

Forse i troll arrivano perché leggendo gli ultimi testi pubblicati su questo sito si vede che sono tutti sulla difensiva, come se ci fosse un ordine superiore di fare barricate contro il nemico "antieuristi". Io pensavo che lo scopo di un sito come questo fosse quello di pubblicare contributi propositivi, non di mettersi in trincea. Invece leggo zero proposte e soltanto testi impegnati a smentire la tesi di quello e a smontare i contributi di quell'altro. E' chiaro che a furia di invocare la guerra (santa?) poi arrivano le truppe (che qualcuno ha gentilmente definito cammellate), non ci voleva mica un master a Chicago per intuirlo e aspettarselo, eh...

Ma di che parla scusi? Questo testo discute una presunta tesi "scientifica" in modo critico. E' già uno sforzo non indifferente dover dimostrare l'ovvio, cioè che la caduta della produttività è dovuta a fattori di lungo periodo che riguardano le istituzioni economiche del paese. E neanche questo va bene. Discuta nel merito le questioni, senza polemizzare in modo vuoto. Il mio testo è pacato e ragionato. Provi a fare lo stesso.

Un momento

A.Tosi 15/8/2013 - 09:20

Scusi eh, ma se rispondo a un suo post sui troll, e parlo dei troll, non le viene il sospetto che l'oggetto dell'intervento sia il suo commento sui troll e non quello che ha scritto nell'articolo? Il nesting delle risposte nel forum non è una cosa che avviene per casualità. Avviene per causalità.

anno zero

dragonfly 12/8/2013 - 00:02

Io pensavo che lo scopo di un sito come questo fosse quello di pubblicare contributi propositivi, non di mettersi in trincea. Invece leggo zero proposte...

aho! ma cche stai addì?

non c'è nulla di più propositivo che creare un nuovo partito politico,

quelli che solo borbottano contro "i foresti che ci vogliono male", naturalmete coordinati da "ordini superiori", vanno cercati da tutt'altra parte.

Proposte

floris 12/8/2013 - 00:21

Il sito non manca certo di articoli propositivi, a volte non recentissimi ma pur(troppo) sempre attuali. Attuali alle condizioni di ammettere che trattano di problemi non affrontati seriamente, e quindi risolti, da nessun governo ( ovvio direi ) e che le analisi sottostanti alle proposte siano valide. Notare che la seconda condizione salterebbe se fossero vere le tesi " antieuriste " ( i.e. " il problema pricipale non è causa nostra, è l' euro " ) , quindi, proprio in chiave propositiva, non ci vedo niente di male nel confutare queste ultime.

Risposta infantile, avevo chiaramente indicato che il commento fosse una divagazione, tra l'altro l'articolo mi è piaciuto molto, l'ho già consigliato a diverse persone.