Titolo

Euro, domanda, e produttività: un viaggio nel mito. Parte 1

1 commento (espandi tutti)

Ma il solo fatto di rimuovere il rischio di cambio a lungo termine non potrebbe essere già un motivo sufficiente ad innescare la capital flow bonanza?

Il problema del "dividendo dell'euro" non è la sua esistenza, è la sua quantificazione: quanto ha contribuito l'eliminazione del rischio di cambio (e quindi la maggiore domanda estera) a ridurre il tasso di interesse sui btp? Quanto hanno contribuito altri fattori esterni?