Titolo

Euro, domanda, e produttività: un viaggio nel mito. Parte 1

1 commento (espandi tutti)

a me risulta (dati ocse) che i salari in italia, nel periodo euro, siano aumentati MENO che in germania. siccome l'ocse dà i dati sui salari in full time equivalent, quanto dici sui part-time italiani aumentati più che in germania potrebbe essere buona spiegazione, no?
in ogni caso non vedo proprio come possa esistere l'aumento di competitività tedesco dovuto a diminuzione di salario. infatti, se al tempo t ho un occupato a 1000 e un disoccupato a 0, il salario medio è 1000; se al tempo t+1 ho un occupato a 1000 e un part-time a 500, il salario medio è 750, ma in verità non è diminuito un bel nulla. allora magari si parla di clup, che però è tutto un altro discorso e comprende molte variabili oltre al puro e semplice salario.

in ogni caso, a me pare che quando si ragiona su queste cose, si tende sempre ad aggregare troppo. esempio: a parità di salario medio, aumentare il salario dei lavoratori più utili/skillati/produttivi/quelcheè diminuendo quello di nullafacenti/assenteisti/ecc. non dovrebbe avere effetti su produttività e crescita?