Titolo

Euro, domanda, e produttività: un viaggio nel mito. Parte 1

4 commenti (espandi tutti)

Francesco, ottimo. Mi pare tu abbia capito perfettamente il senso del mio post. Grazie

Prego, come si conviene tra persone educate dopo un Grazie.
Ne approfitto, se posso, per precisare che secondo me ">Alessandro Riolo non è un troll. ">
Avrà dato l'impressione ma forse voleva solo scherzare un po'.  ">

Grazie per il pensiero, in realtà era semplicemente una divagazione, mi aveva colpito il cognome che dalle mie parti sarebbe stato molto inusuale. La reazione mi è sembrata completamente fuori luogo. Tra l'altro il mio cognome in Siciliano è generalmente inteso con il nome di una malattia (anche se quel significato è con buona probabilità un falso cognato), se dovessi prendermela con tutti quelli che me lo fanno notare non potrei fare un passo in Sicilia.

Che poi i munaceddhi sono pesci bellissimi, nonostante i suoni terrorizzanti che emettono (sugli insetti non saprei dare un giudizio estetico, ci vorrebbe un entomologo).

Sull'articolo in sè ho continuato a segnalarlo ad amici o conoscenti, ma devo ammettere che dal mio punto di vista è abbastanza tautologico (I problemi degli italiani non sono certo determinati dall'Euro, ma dalla struttura demografica e dalla scarsità di risorse umane di qualità).

mi scuso se mia reazione è sembrata spropositata. ma si rilegga il suo post. francamente che c'entra con spirito della discussione? sembra proprio una provocazione. buono a sapersi comunque. tiro un sospiro di sollievo. :)