Titolo

Euro, domanda, e produttività: un viaggio nel mito. Parte 1

3 commenti (espandi tutti)

Siamo tutti d'accordo sul fatto che la produttività Italiana ha un arresto rispetto a Fr e Ger (in questo ramo della discussione ho postato io stesso dei grafici), il problema è perchè ci sia stato questo arresto. C'era chi sosteneva che la colpa era "ovviamente" dell'inefficienza del settore pubblico italiano, io sollevavo dubbi al riguardo visto che l'inefficienza in questione è storica e sussisteva anche quando la nostra produttività era allineata a Fr e Ger.

Il rischio di default italiano del 1992 e i cambiamenti internazionali hanno messo fine alla possibilità di proseguire la politica allegra di inflazione e debito pubblico,anche perchè il debito pubblico è una droga che serve solo alle attività a basso valore aggiunto e ad alta intensità di manodopera messe fuori mercato dai paesi emergenti, la droga della crescita fittizia è finita e il marcio è venuto a galla.

Babbeus, come dici tu, l'inneficienza è storica, quindi come tutti quelli con problemi cronici (non necessariamente legati a un'unica causa), sono più suscettibili degli altri alle malattie. Peraltro, più tempo passa, e più aumenta la probabilità che un acciacco ti stenda.

Il punto che facevi della data in cui vi sarebbe "una netta discontinuità temporale" e che coincide con l'euro, o il cambio reale sopravvalutato non regge i dati. Purtroppo abbiamo tanti altri "usual suspects" da interrogare, ognuno con un suo ruolo e con impronte più visibili.