Titolo

Euro, domanda, e produttività: un viaggio nel mito. Parte 2

2 commenti (espandi tutti)

Se per validità empirica si intende la verifica in base ai fatti di un ipotesi l'ipotesi stessa che una svalutazione della moneta nazionale italiana possa avere effetti positivi sulla produttività e sulla competitività ( con la classe politica e la classe imprenditoriale attuale ) può essere discussa in base ai risultati di 20 anni di svalutazioni continue dal 1975 al 1995 e di spesa pubblica in deficit.
Tutto ciò in base alle teorie "politiche" da Bagnai è esattamente l'opposto della situazione successiva, ed è la situazione che propone come soluzione a tutti i problemi.
A me empiricamente sembra una grandissima stupidaggine.

Che palle

PZ 23/8/2013 - 20:39

Che palle, uno parla di economia, rapporto tra teoria e dati etc. e l'altro la butta sulla classe politica e imprenditoriale italiana.

Cazzo fateli voi i politici e gli imprenditori, che diventeremo tutti biondi perfetti efficienti e puliti e faremo tutti quanti telefoni fighissimi come nella Silicon Valley! (A me personalmente gli smartphones fanno schifo.) Che poi questo è pure un modo inefficace per superare i limiti che effettivamente le nostre classi dirigenti hanno.

A leggere certi commenti sembra sempre più che Bagnai abbia ragione: la difesa di un ordine macroeconomico inadeguato e inefficiente ha il solo fine di orientare le scelte politiche interne, il tutto supportato da una falsa propaganda moralisticheggiante.

(Non voglio entrare nel merito di dati e fatti, quelli sono a disposizione di tutti, altri lo hanno fatto al mio posto.)