Titolo

La crisi dei treni a vapore

2 commenti (espandi tutti)

Sei contrario al gusto per la "sprezzatura"  poi ci raccomandi di tenere presente che gli elettori di altri partiti sono analfabeti di ritorno ? Interessante contrasto :-)

PS

Detto tra noi: sono convinto che se questi intellettuali ex PCI avessero messo un po' più impegno a capire perchè molti italiani voterebbero qualsiasi cosa  piuttosto che il loro schieramento, invece di bollarli semplicemente e aprioristicamente come "ignoranti", evasori e/o fascisti (Umberto Eco dixit) forse una elezione, una volta o l'altra, l'avrebbero vinta.

Poi, anche avessero ragione al 100%, a che gli giova dirlo ? Dare dell'imbecille a chi non li ha votati in che modo li aiuterebbe a conquistare quei voti ?

touché

New Deal 23/8/2013 - 09:37

Hai/ha ragione; il mio stesso post sconta un certo 'piccato snobismo'

Soprattutto, mi pare, ci sono troppi (pluriennali) azzardi morali, troppi cuscini foderati di denaro pubblico, e troppi 'reservoirs of political consensus'...ex utroque latere: e' sicuramente strategicamente stupido (v. Grillo), urlare in faccia ai bivaccatori 'bivaccatori', e pretendere di sollecitare riforme. E Grillo non e' Cromwell..

Non sono esperto di comunicazione. Forse sarebbe utile puntare su una comunicazione agile e veloce (es. slides) con benefici e next steps, in codice binario.

Le cose da fare sono arci-note. Speriamo di trovare un 'driver' per suonare la carica..prima del più che il dolor, poté il digiuno..

Scrivo qui, e mi scuso molto con l'Autore, per COMPLIMENTARMI sinceramente PER L'INCISIVO editorial, che apprezzo molto. I toni un po' accesi dei miei post, immagino ne forniscano conferma :)
Un saluto.
Forza e coraggio. Bisogna rivoltare il Paese come un calzino