Favole & Numeri

Autopromozione: Alberto Bisin, ha pubblicato su Egea - Università Bocconi un libro divulgativo di economia. Il libro è disponibile come e-book e in libreria. L'autore ha bisogna di una nuova moto....a buon intenditor poche parole. Qui la recensione di Andrea, commentata da Alberto

Come funziona e quanto costa la riduzione IRPEF promessa da Renzi?

20 marzo 2014giulio zanella e sandro brusco

Nella "slide del carrello della spesa" Renzi ha annunciato "+1000 euro netti all'anno a chi ne guadagna meno di 1500 al mese", indicando in 10 miliardi di euro l'ammontare di risorse necessario: 1000 euro per 10 milioni di lavoratori. Sembrerebbe un calcolo banale, ma purtroppo le cose non sono così semplici. Abbiamo spiegato in un post precedente che c'è il rischio di introdurre un andamento totalmente abnorme delle aliquote marginali effettive. In questo post offriamo un approfondimento tecnico ma non troppo. Utilizzando i dati sulla distribuzione dell'IRPEF per i lavoratori dipendenti pubblicati dal Ministero dell'Economia e delle Finanze illustreremo sia i costi della potenziale riforma per il Tesoro sia i vantaggi per i contribuenti appartenenti a differenti classi di reddito. La nostra semplice analisi conduce alla seguente semplice conclusione: dieci miliardi non bastano. Oppure, il che è lo stesso, se si vogliono sacrificare al massimo 10 miliardi di gettito, nessuno vedrà veramente i famosi 1000 euro in più.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Riduzione Irpef: per favore, fatela bene

19 marzo 2014sandro brusco

I contorni della proposta di riduzione dell'Irpef di Renzi sono ancora nebulosi. L'unica cosa chiara è che il provvedimento dovrebbe essere messo in atto prima delle elezioni europee di maggio, ma per il resto come si possa attuare la promessa di ''1000 euro in più a chi guadagna meno di 1500 euro al mese'' non è affatto chiaro. Non vorremmo che nella fretta si facesse qualche disastro, e un recente articolo su lavoce.info di Pellegrino e Zanardi ci ha un po' inquietato. Se l'analisi dell'articolo fosse corretta infatti ci troveremmo con una struttura di aliquote marginali effettive completamente sballata, con picchi del 60% per redditi tra 25.000 e 30.000 euro lordi annui, che poi scendono per redditi più alti. Proviamo un po' a spiegare come questo sia possibile.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Era meglio se continuava a tacere

18 marzo 2014andrea moro

Nessuno ci ha mai spiegato con quali meriti la signora Marianna Madia sia diventata ministro della Pubblica Amministrazione nel governo più ambizioso della storia della repubblica. Il quotidiano La Stampa racconta che sinora ha preferito stare zitta; le sue prime dichiarazioni ci fanno sperare che torni alle precedenti buone abitudini. Un ministro che non dice e fa nulla è migliore di uno che dice sciocchezze e fa danni. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Cheap talk sulle slides di Renzi

13 marzo 2014redattori noiseFromAmeriKa

Pubblichiamo un'autointercettazione di uno scambio e-mail redazionale di questo pomeriggio.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Nibor Dooh: prendere ai poveri per dare ai ricchi, ovvero lo strano caso del Dottor INPS.

11 marzo 2014marco esposito

In Italia si puó vincere il Win for life, e vivere bene per vent'anni, oppure essere titolare di una pensione "d'oro" per tutta la vita. Nel primo caso ti pagano gli altri (sfortunati) giocatori, nel secondo tutti gli altri (sfortunati) italiani. Ma cosa é d'oro?  Esistono i pensionati d'oro? E gli altri pensionati sono sfortunati anche loro ? Esaminiamo chi ci curerà nella terza età: il Dottor INPS.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Perché gli intellettuali illudono i cittadini?

In Italia paghiamo troppe tasse. FALSO!
Innocenzo Cipolletta
Laterza, 2014
8 marzo 2014andrea moro

L'altra sera, sbirciando fra gli scaffali della mia libreria preferita, ho notato un annuncio: di lì a poco Innocenzo Cipolletta avrebbe discusso all'associazione industriali di Vicenza la provocatoria tesi che titola il suo nuovo libro: "In Italia si pagano troppe tasse. FALSO!". Sono andato ad ascoltarlo. È sin troppo facile criticarne gli assunti, la logica che li sostiene, e le conclusioni, ma nel mio intervento dal fondo dell'aula non ho mancato di esprimere la considerazione più triste che si può ricavare dalla lettura di questo centinaio di pagine. La riprendo in questa sede; è un tema noto ai nostri lettori di lunga data: la responsabilità delle elites intellettuali e la loro subalternità alla politica. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Le illusioni della tassazione sostitutiva sui BOT

24 febbraio 2014brighella

Nei giorni scorsi fonti governative hanno ventilato l’idea di finanziare una riduzione dell’IRPEF con una aumento della tassazione sui BOT. Non mi sembra una buona idea. Probabilmente le ragioni per cui viene proposta hanno a che fare con la cattiva comprensione di alcuni principi economici, o con voglia di fare cassa velocemente ma in modo pericoloso.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Le Elezioni Regionali in Sardegna

20 febbraio 2014brighella

Domenica scorsa in Sardegna si sono tenute le elezioni regionali. A spuntarla sono stati in due: il neo-eletto governatore Francesco Pigliaru e l’astensionismo. In questo post facciamo qualche considerazione sui risultati elettorali. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Cam for?

19 febbraio 2014Marco Boninu

Con le cam, e con relativo streaming, si possono fare tante cose. Il titolo di questo post allude ad alcune attività in streaming che sarebbe meglio non divulgare, un po' come quelle penose "consultazioni" tra Matteo Renzi e Beppe Grillo di oggi.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Ma io tifo Renzi

15 febbraio 2014giovanni federico

In questo post provo ad interpretare le recenti vicende politiche già oggetto del precedente post di Giulio. Giungo a conclusioni diverse sulla base di una interpretazione complessiva della situazione italiana. Non sono un sociologo, politologo o un esperto di sondaggi elettorali e quindi non posso dimostrare le mie affermazioni con dati empirici. Sarò quindi volutamente breve ed apodittico: Renzi è il meno peggio.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »
PAGINE