Perchè voterò SI

25 settembre 2016giovanni federico

Il post di Michele non mi ha convinto affatto

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Partiti politici: non ogni cosa è “illuminata"

23 giugno 2016Vitalba Azzollini

Associazioni e fondazioni legate alla politica possono costituire canali idonei a veicolare denaro pubblico e finanziamenti privati da destinare, in ultima istanza, ai partiti. Valutare la trasparenza del loro operato è, pertanto, essenziale.

* Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono l’istituzione per cui lavora

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Referendum costituzionale: le mie ragioni per votare NO

23 settembre 2016michele boldrin

Al referendum mi turerò il naso (per la pessima compagnia che dovrò sopportare) e voterò NO. Non lo farò né per far un dispetto a Renzi&Boschi, né per far cadere questo governo e sostituirlo con uno grillino, né per far contenti i sinistri apologeti della costituzione più figa del mondo. Lo farò perché questa riforma è dannosa. La riforma (in combinazione con la legge elettorale chiamata Italicum) disegna un sistema istituzionale che nasce già vecchio, che sarebbe stato utile 40, forse 50, anni fa per evitare gli errori ed i compromessi che si son fatti a partire da metà anni '60 e che sono stati la causa principale del declino. Ma, nella situazione attuale, se approvata questa riforma costituzionale porterebbe ad ancora meno governabilità e, soprattutto, a maggiori conflitti sociali e a gravi rischi politici. Tanto per essere concreti, renderebbe molto più probabile il rischio di un Donald Trump italico. E questa mi sembra ragione sufficiente per dire NO.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

L’occupazione dei cittadini stranieri ed il paradosso di Simpson

20 giugno 2016lodovico pizzati

Alcuni giorni fa è apparso un articolo su Linkiesta riguardo il tasso di occupazione dei cittadini stranieri rispetto al tasso di occupazione dei cittadini italiani. L’articolo riportava erroneamente che il tasso di occupazione dei cittadini stranieri era un 6,9% più elevato di quello dei cittadini italiani, insinuando poi una serie di spiegazioni riconducibili all’arretratezza del sistema economico italiano. L’interpretazione dei dati è sbagliata per un paio di ragioni: una riguarda la definizione di tasso di occupazione (rispetto al tasso di attività), e l’altra riguarda l’inversione di questa presunta relazione una volta che i dati vengono disaggregati (paradosso di Simpson).

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Autonomia del Veneto entro il 2018

16 maggio 2016lodovico pizzati

Zaia chiede a Renzi di concedere l’autonomia del Veneto per trattenere in regione il 90% del gettito fiscale ivi generato. Renzi dice di no, ma poteva benissimo dire di sì, e già promettere di attuarla entro il 2018. Tanto il desiderio di Zaia, perlomeno per la parte fiscale, si avvererà tra un paio d’anni per l’inerzia del trend demografico, che aumenta la spesa pensionistica, ed il perdurante declino economico, che frena le entrate fiscali.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Il caso, paradigmatico, della Popolare di Vicenza: una testimonianza dall'interno

28 aprile 2016redattori noiseFromAmeriKa

Da fonte degna di fede che, per ovvie ragioni, ci pare appropriato nelle attuali circostanze mantenere protetta, abbiamo ricevuto la seguente testimonianza, che pubblichiamo integralmente, Conferma molte cose che o ben in parte si sapevano per sentito dire o si sospettavano per logica e senso comune. Ma vederle confermate da fonte autorevole induce ad ulteriori, amare ma comunque utili, riflessioni sul sistema bancario italiano ed il ruolo di parte della imprenditoria italiana (oltre che del regolatore e del potere politico) nel progressivo e continuo sfascio del sistema bancario e dell'economia nazionale. Food for thought.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

La guerra alla crittografia - alcune questioni tecniche

28 marzo 2016giorgio gilestro

[Nota della Redazione. Pubblichiamo oggi questo stimolante contributo di Giorgio Gilestro pur avendo, come redazione, sostanziali dubbi sul suo contenuto. Non tanto sul sul contenuto tecnico (punti 1-4 e, parzialmente, 5) ma sulla parte politico-valutativa finale (parte del punto 5 e seguenti). Ci eravamo ripromessi di accompagnarlo con un contributo redazionale che intendeva rendere evidente perche', una volta chiariti i dettagli tecnici, la questione politica e giuridica rimanga e non abbia l'univoca interpretazione che GG offre e sia invece molto complessa e per nulla risolta. Ne', forse, facilmente risolvibile. Gli impegni di lavoro ce lo hanno impedito e, visto che ce lo impediranno per i prossimi giorni a venire, non ci e' sembrato opportuno ritardare ulteriomente la pubblicazione del contributo di Giorgio. Apriamo quindi la discussione consapevoli che esiste spazio sostanziale per ulteriori interventi e chiarificazioni, che sono benvenuti e ripromettendoci di intervenire appena gli impegni professionali ce lo permettono. Grazie a Giorgio Gilestro per la pazienza dimostrata. ]

Negli ulitmi mesi si è parlato molto di crittografia, a vari livelli. In particolare, si è parlato dell'uso criminale di sistemi crittografici e di cosa uno stato dovrebbe fare per difedendersi. Provo a dare un po' di strumenti tecnici sulla questione, sperando di aiutare a capire la portata del problema – e anche le intenzioni politiche più o meno esplicite.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Per la sostenibilità del SSN: vaccinazione antinfluenzale obbligatoria per gli anziani

24 dicembre 2015Paolo Piergentili

Facendo seguito al post di un paio di settimane fa, provo ad esemplificare con questa semplice proposta di legge come spingere programmi di prevenzione. È una proposta un po' provocatoria, forse, ma credo che ognuno dovrebbe essere messo di fronte alle sue responsabilità, specie chi si avvantaggia delle risorse che lo Stato, tramite il servizio sanitario, mette a disposizione. La collettività dice ad ognuno di noi: io ti assisto nel bisogno, con le tasse di tutti, ma tu devi far in modo che il tuo bisogno sia il minor possibile. E disincentivo i comportamenti non adeguati

Perchè faccio questa proposta su NfA? Perchè il tema non è tanto sanitario ma etico, politico, giuridico ed economico. Per cui, qual posto migliore di NfA?

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Tanto va la banca al lardo che ci lascia l'obbligazionista

13 dicembre 2015Lucio Di Gaetano

Riflessioni sulle differenze tra la vecchia e la nuova normativa sulle banche in default, sulla vicenda delle 4 banche fallite e "salvate" un attimo prima che entrasse in vigore anche in Italia la direttiva BRRD, e sulle responsabilita' della Banca d'Italia.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

La proposta di Salvini. Una traduzione

5 dicembre 2015sandro brusco

In un articolo sul Sole 24 Ore, il leader della Lega Nord Matteo Salvini ha spiegato la sua proposta, soprattutto di politica economica, al resto della destra italiana. Essendo l'articolo lungo, noioso e con le tipiche ambiguità del politichese, speriamo di fare cosa gradita al lettore offrendo una traduzione in italiano corrente.

Riportiamo solo le parti rilevanti dell'articolo, il resto è inutile. In corsivo la traduzione.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>
PAGINE