Quanto valgono i crediti della Bad Bank?

23 dicembre 2015Massimo Famularo

Alcune riflessioni sugli elementi necessari a stimare il valore di cessione dei Non Perfoming Loan in pancia alla Bad Bank risultante dalla soluzione della crisi  di quattro banche recentemente decisa dal governo.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Camusso contro Boeri

11 novembre 2015andrea moro

Un amico mi chiede, per email:

Trovi logica in queste analisi della Camusso contro Boeri? Quali i punti più critici?

Se un tempo avessimo istituito una nFA university, sarebbe stato un facile compito per casa. Rispondo volentieri anche se il tema, oramai, è stato cestinato da Renzi. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

È proprio razzismo

27 luglio 2015michele boldrin

L'episodio di Quinto di Treviso, che m'aveva ispirato un piccolo apologo alcuni giorni fa, m'ha fatto riflettere e leggere in giro per comprendere la natura delle sempre pù numerose sollevazioni popolari contro gli "immigrati", in generale, ed i rifugiati raccolti dai barconi, in particolare. La mia conclusione, che mi piace sperare sia erronea, è che siamo di fronte al manifestarsi d'un razzismo tanto diffuso quanto inconcludente. Ma potenzialmente molto pericoloso, non tanto per i migranti ma per gli italiani.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Il taglio delle tasse di Renzi. Tre osservazioni a margine.

21 luglio 2015sandro brusco

Riflessioni controvoglia sull'ultima rivoluzione copernicana di Renzi.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Schäuble a Quinto di Treviso. Un apologo estivo

20 luglio 2015michele boldrin

Vi sono avvenimenti apparentemente distanti fra loro che, ad una riflessione non disattenta, si rivelano essere dita che puntano alla medesima luna. Una luna che non c'è e ci parla in assenza: delle regole pubbliche, della responsabilità delle elite e della necessità, quando si esercita il potere politico, di "sottomettere" qualche volta il proprio privato all'interesse generale.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Analisi brutale delle regionali 2015.

2 giugno 2015michele boldrin

I lettori perdoneranno l'informale brutalità di questo articolo. Ma i tempi, da un lato, e la triste materia, dall'altro, non permettono di meglio. Nonostante tutto, spero possa essere utile a quei pochi che, con un residuo di triste speranza, pensano non impossibile che il declino possa essere un giorno fermato, se non invertito. Vista la data, lasciatemi sussurrare: viva l'Italia ...

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Il segreto dell'acqua

21 maggio 2015marco esposito

Nel 2011 un referendum popolare (da qualcuno definito più che altro populista) abrogava due parti della L.152/2006, cd. “Decreto Ronchi”: (1) l'obbligo di gara per l'affidamento del Servizio Idrico Integrato (gara che escludeva i soggetti pubblici) e (2) la remunerazione del capitale investito per i soggetti affidatari, che per effetto di varie leggi combinate fra loro risultava essere il 7% nel 2011 (tasso di riferimento tuttora soggetto a semplice delibera del Ministro dell'Industria e delle Attività Produttive).

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

La crisi ha ridotto i residui fiscali regionali

13 maggio 2015lodovico pizzati

Nei primi cinque anni di recessione il divario tra tasse e spesa pubblica è diminuito nelle regioni ricche, e tutto sommato la differenza tra spesa pubblica e tasse non è aumentata granché nelle regioni povere. Il declino economico ha diminuito l’ineguaglianza fiscale tra regioni.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Della corruzione e delle pene

12 aprile 2015Costantino De Blasi

La terra dei Lupi. 

Secondo uno studio OCSE la percezione della corruzione nella pubblica amministrazione in Italia raggiunge il 90%. In questa speciale, e poco onorevole, classifica siamo primi davanti a Grecia e Portogallo e lontanissimi dai Paesi più virtuosi come Svezia e Danimarca. Insomma, non è vero che non sappiamo fare nulla, vi sono cose nelle quali ci impegnamo per davvero.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Valori burocratici, parte 1: il caso del Garante della privacy

26 febbraio 2015Paolo Piergentili

Il buon funzionamento dell'economia richiede che venga garantito il rispetto di valori etici e professionali come l'onesta', la correttezza, la riservatezza. A questo scopo in Italia (come altrove) sono preposte alcune Autorità. L’idea è che un soggetto specializzato, indipendente ed autorevole possa svolgere questo ruolo meglio di altri soggetti quali ministeri, magistratura, ecc. Questo approccio è largamente diffuso in molti Paesi ed è ragionevolmente efficace se ben organizzato e ben gestito. Per capire se questo è il caso anche in Italia, bisogna entrare molto nello specifico, perché i settori di attività delle varie Autorità sono molto diversi, e così dovrebbero essere anche le loro modalità operative. In questo articolo prenderemo in esame il Garante per la riservatezza dei dati personali. Seguirà un articolo sull'Autorità anticorruzione.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>
PAGINE