Domande d'economia, senza risposte.

11 giugno 2006michele boldrin

I dilemmi di politica fiscale del mega-governo presieduto dalla mortadella ciarlante m'affascinano. Ammetto che, dal loro punto di vista, non riesco a trovare una soluzione ragionevole.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Il valore legale del titolo di studio: che cos’è?

9 giugno 2006andrea moro

L'eliminazione del valore legale del titolo di studio è il miraggio permanente del sistema universitario italiano, auspicato da tutti, attuato da nessuno. Ma cosa significa? Di che si tratta? Cosa cambierebbe con la sua attuazione? Anche in questo sito se ne parla come di una panacea dei mali dell’università italiana. Personalmente, non ho mai capito perché.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Q.E.D.

30 maggio 2006michele boldrin

Essendo il sottosegretario all'universita' e ricerca un matematico, egli e' logicamente coerente oltre che consistente nel tempo (alla faccia degli iperbolici). Date le premesse, ci spiattella con sincerita' le logiche conclusioni. Scappate! Scappate ancor piu' in fretta di quanto abbiate fatto in questi trent'anni, cervelli italiani.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Liberarsi dei notai: quando sinistra ed efficienza si incontrano

29 maggio 2006gian luca clementi

I cittadini italiani sono costretti versare dazi di sapore medievale nelle mani di voraci 'signori' chiamati notai. In molti altri paesi, tra cui gli Stati Uniti, se ne fa volentieri a meno.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Il magistrato vanesio crea giustizia

15 maggio 2006alberto bisin

La competizione tra le procure, gli incentivi ai magistrati a farsi conoscere sui giornali, in televisione e via discorrendo sta distruggendo il sistema giudiziario!? Cosi' si dice.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Il precariato, i lavoratori coordinati, e il Delirio dirigista

12 maggio 2006giorgio topa

Come gia' menzionato altrove in questo sito, una delle proposte riportate dalla voce.info e' quella di Pallini e Leonardi. Tale proposta, in sostanza, mira ad abrogare in modo quasi totale i contratti a tempo determinato e ad estendere le rigidita' attuali del contratto a tempo indeterminato ad altre categorie di lavoratori. Se lo scopo e' quello di ingessare ulteriormente il mercato del lavoro italiano, direi che la proposta va nella direzione giusta. Complimenti!

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Contratti di lavoro temporaneo: critica alla proposta di Ichino

11 maggio 2006andrea moro

Il Corriere questa settimana ha dato risalto alle proposte della voce.info sulla riforma del mercato del lavoro. Voci di corridoio nel ristretto ambiente degli economisti accademici danno gli economisti della voce come futuri consiglieri economici del costituendo governo Prodi. Le loro proposte vanno quindi lette con attenzione. Va detto subito che le tre proposte, di Boeri e Garibaldi, di Massimo Pallini e Marco Leonardi, e di Andrea Ichino, vanno nella direzione giusta e sono un sicuro miglioramento rispetto alla situazione attuale, che e' pessima. Allo stesso tempo pero' si caratterizzano per quello che non chiedono. Il futuro governo si trovera' nella condizione di dover contrattare con le parti sociali le riforme del mercato del lavoro, e non son sicuro che il compito degli economisti sia quello di cercare da subito una possibile mediazione; al contrario, credo spetti agli economisti dire con chiarezza perche' e' giusto liberalizzare il mercato del lavoro, come lo si deve fare, e quali sono i costi di eventuali compromessi. In questo primo articolo mi soffermo sulla proposta di Ichino, che si concentra sul problema della precarieta' nel mercato del lavoro, e cerca delle soluzioni per ridurla.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Legge elettorale: un po' di chiarezza

18 aprile 2006andrea moro

Si fa un po' di confusione sulle disposizioni indicate dalla legge elettorale, in particolare dalle norme sull'elezione dei parlamentari alla Camera dei Deputati contenute nel Testo unico delle leggi elettorali. Mi sono letto anch'io la legge; queste le mie considerazioni.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Le mutande sporche

12 aprile 2006giorgio topa e alberto bisin

Come gli italiani amano lavarle o farle lavare, con implicazioni di politica economica.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

A ciglio asciutto

11 aprile 2006sandro brusco

Dove si finge di non essere insoddisfatti del risultato elettorale.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>
PAGINE