Buffonate estive, aggiornate al 16 Agosto (ed anche dopo)

16 agosto 2006 michele boldrin
Agosto: la demenza politica, almeno quella documentata dai giornali, raggiunge i suoi massimi annuali.

Sospetto le vacanze dei politici fossero iniziate prima, pero' io ho notato la cosa solo il giorno 8 Agosto.

La notizia del giorno e' che le entrate fiscali nel periodo gennaio-giugno 2006 sono cresciute di circa il 12% e che Prodi dice che questo e' merito del suo governo che fa la lotta all'evasione ... Quando abbian fatto la lotta all'evasione, lo sa solo lui ... ma forse si riferisce all'evasione dalle carceri: indultandoli han fatto la lotta all'evasione perche', essendo gia' fuori, non devono piu' evadere.

Ora, va bene che e' agosto e cervello mio non ti conosco, va bene che da un governo che ha approvato l'indulto con i voti dell'opposizione per liberare sia i propri delinquenti che gli altrui e far keynesianamente lavorare la polizia che ha gia' ricominciato a rinchiuderli ci si puo' aspettare che teorizzino che l'effetto viene sempre prima della causa, va anche bene che lui ha (dice di aver) studiato IO e quindi di macro ci capisce una minchia (e si vede, e non solo di macro ci capisce la suddetta) ma ... ma ci ha proprio preso per coglioni?

Abbozzo due spiegazioni. Se qualcuno ne ha qualcuna migliore, ben venga ...

E' dovuto al fatto che i nuovi advisors di via XX settembre, avendo sentito parlare di self-fulfilling prophecies quando andavano a scuola (senza capirle, infatti li bocciarono ai prelims) sentono la necessita' di spiegargliele a PS (ai suoi tempi ad MIT non le insegnavano) il quale le spiega al premie' (che non le capisce, perche' sta a castel di Bebbio con la famiglia) e questo poi parla con i giornalisti (perche', anche d'estate, la mortadella con i salami va sempre bene).

La teoria alternativa e' che si e' inventato tutto vv per farsi bello (vv non e' Chari, Chari e' VV; vv e' la versione italiana mal riuscita di Chari, i cui advisors leggono Chari e NON glielo riassumono). Poi ha raccontato la notizia per telefono al capo (che sti stava curando l'insolazione presa andando in bicicletta, sempre dalle parti di castel di Bebbio) e questi gli ha creduto.

Aggiornamento 9 Agosto: la teoria degli advisors riceve empirical support. Qualcuno ha chiamato al castello e gli ha fatto sapere, Presidente, forse conviene sminuire, e lui, prontissimo e sempre senza curarsi dell'insolazione, si slancia nelle seguenti (prese dal Corriere della Sera): «No, magari. Non è che cambino, come vi ho detto una
rondine non fa primavera. Però danno coraggio. Come la vittoria
dell'Italia Berlino, non è che abbia cambiato il paese però dà questo
senso di minor depressione e di questo abbiamo tantissimo bisogno». [...] «Quindi dobbiamo approfittare di
questi mesi proprio per cambiare il ritmo della produttività, curare le
aziende, curare il progresso tecnologico, cominciare a investire in
ricerca e sviluppo perchè - ha concluso - ci vogliono anni per
aggiustare un sistema». Coerente, non vi pare? Qualcuno deve ora avergli parlato di TFP - forse Prescott passa l'estate al castel di Bebbio?

Ulteriore aggiornamento, 9 Agosto: gli hanno anche detto che, con D'Alema alla Farnesina e grazie alla storica conferenza di Roma, siamo diventati una potenza internazionale che tutti tengono in considerazione, anche quelli del Mali. Il nostro, che legge i giornali e sa che i morti in Libano caleranno perche' scarseggiano i vivi da ammazzare - infatti, ora l'aviazione israeliana bombarda pure i gia' morti, just to make sure - dichiara <<Sono più ottimista oggi di ieri. Ci sono
sempre delle difficoltà ma almeno si è cominciato a parlare. Questo è
un grandissimo passo in avanti.>> Il giornalista di La Repubblica, in vacanza pure lui a castel di Bebbio, non riporta altro. Sorpreso dalla profonda osservazione roosveltiana gli dev'essere caduto di mano il salame (oops, il microfono) e la mortadella s'e' seccata di stare troppo esposta all'aria ad aspettare.

Aggiornamento, 10 Agosto: oggi (ieri? mah, io uso le date "locali") era il suo compleanno, quindi si e' lanciato. Le perle sono infinite. In una dice che vorrebbe una legge che garantisse che i governi durano sempre cinque anni! Non contento di tanto non senso aggiunge «Se l'Italia avesse potuto avere sempre un
governo che durava cinque anni, noi saremmo sicuramente all'avanguardia
in Europa». Volevate the engine of growth? Ve l'ha dato lui: governi che durano cinque anni. Infatti a Cuba, dove un governo solo dura da 50, vanno di un bene da matti.


Non c'e' solo Prodi che dice cose estive.
E' in giro da due o tre giorni un editoriale di Mario Monti, che a mio avviso si candida a primo ministro della grosse coalition, sostenendo che il "metodo Merkel" sembra essere cio' che ci vuole anche in Italia. Lo so, lo so, lui non ha detto esattamente questo. Lui ha posto il problema di come fare le famose "riforme liberali" senza che le lobbies le blocchino, e senza troppi conflitti, guerre, blocchi stradali, eccetera eccetera. E' un articolo saggio ed equilibrato: non avrei mai potuto scriverlo. Pero' faccio fatica a trovargli altro significato che non l'autocandidatura. Perche' le riforme liberali o si fanno, come con la Tatcher, mettendo in conto e superando l'opposizione virulenta dei gruppi danneggiati, o sono solo gattopardesca aria fresca. Ma il Professor Monti, che e' un conservatore vero e saggio che vuole anzitutto conservare la distribuzione del potere esistente, sa che riforme drastiche che provocano conflitti sociali sono sempre rischiose per chi il potere gia' ce l'ha, anche se magari vorrebbe (alcune di) quelle riforme ... vi ricordate quella citazione da Manzoni che stava all'inizio della Verifica dei poteri di Franco Fortini? Diceva, se non ricordo male, che ad una qualche aristocrazia (credo milanese) l'idea di una verifica dei poteri in comune non piaceva, perche' avrebbe potuto scompaginare le carte e portare anche alla "deliberazione" dei poteri in comune [con altri] ...

Il commercialista con i calzettini a pois, sempre molto attento e mordace, tale candidatura gliela contesta subito, dicendo che questa grande idea - che definisce come la tendenza europea di questo periodo ... sulla base di quali fatti, Merkel a parte, non saprei proprio - l'aveva gia' avuta lui due anni fa! Dice altre cose, spassosissime, tipo che la EU ha costruito un "mercato perfetto" mentre gli altri, sospetto intenda i soliti cattivissimi cinesi, hanno costruito un "cartello perfetto". Comunque, prendersela con la teoria economica del miglior professore italiano di scienza delle finanze e' come bombardare un funerale libanese con gli F-16 israeliani, quindi lascio stare per solidarieta' (con i libanesi, non con il professore.)

Al Professor Monti ha risposto anche il Professor Salvati, proponendo la sua variante, o meglio i suoi dubbi al proposito. Anche qui editoriale pacatissimo e molto urbano, ed anche qui non capisco cosa voglia dire ne' quale sia la sua opinione. Se qualcuno se lo legge e me lo spiega, mi fa un favore. Io ci ho provato, pero' mi sembra una lunga lista di luoghi comuni, con questa nuova label (che diventera' presto di moda in un certo giro) del "bipolarismo ben temperato" (neanche fosse una matita ...) che vuole dire, credo, un'alternanza di governi che fanno esattamente cio' che la Milano bene vorrebbero facessero, senza, di nuovo, sconvolgere troppo gli equilibri esistenti perche' Salvati sara' anche (stato) di sinistra, ma gli sconvolgimenti credo non li gradisca piu' neanche lui. Ad ogni buon conto, la mia unica interpretazione logica dell'articolo e' che MS propone, come alternativa alla grosse coalition, il nuovo centro che sempre governa perche' e' saggio ed equilibrato, e fa le riformine pianin pianino, ad un ritmo ben calibrato. Il nuovo centro che sempre governa a volte fa delle riforme di sinistra (chesso': lo statuto dei lavoratori, o la liberalizzazione degli accessi universitari, o persino l'abolizione dei notai se non proprio dei tassisti) e quindi si allea con la sinistra, altre volte fa le riforme di destra (chesso': abolisce la scala mobile, o permette la contrattazione aziendale, o persino elimina la cassa integrazione speciale) ed allora si allea con la destra. Ovviamente, i sussidi al Sud, le pensioni d'invalidita', i dipendenti pubblici nullafacenti e superpagati, le tasse esorbitanti sul reddito da lavoro, e le baronie universitarie, quelle non le elimina mai perche' questi sono quelli che votano al centro! Insomma, se capisco bene, MS suggerisce che ci vuole di nuovo la democrazia cristiana, pero' ben temperata. Se sbaglio, mi scorrigerete, come disse quell'altro ...

Aggiornamento del'11 Agosto. Questo (pezzo su D'Alema in barca) e' solo per documentare che il servilismo del giornalista medio italiano non ha ne' limiti ne' confini. L'intera cosa e' patetica, da propaganda coreana, neanche sovietica: il supremo navigatore che attraversa il mediterraneo, alla ricerca della pace, del silenzio, dei prodotti puri, semplici, naturali, genuini, insomma, quelli del popolo che lo elegge ed adora, mentre la sua grande mente si mantiene fissa e limpida sulla rotta (della barca) e sull'esito dei grandi conflitti internazionali, sui destini dell'umanita' che egli, egli solo essere superiore se non quasi supremo, capisce, maneggia e destreggia, fra un'insalata con i capperi ed una salsa d'acciughe, nostrane (si comprasse quelle del Cantabrico, almeno!). Ma di cosa sono fatti questi giornalisti? Di carta igienica?

Una rondine non fa primavera, ma Tommaso PS, sino ad ora, va controcorrente. Non solo parla poco, e fa proposte sensate, ma quando parla sembra dire cose ragionevoli anche se non necessariamente geniali (fa il ministro del Tesoro, dopo tutto, non il leonardodavinci). Oggi , per esempio, ha ricordato a tutti che un pelo di ripresa ciclica non vuol dire che e' cambiato il trend e che la crescita di lungo periodo procede al 3%. Ovvio, direte voi. Certo, ma in Italia non sembra tanto ovvio, specialmente ad ascoltar politici e leggere i cosidetti giornalisti economici. L'unica cosa che non capisco (non gliel'ho vista dire, ma continuano ad attribuirgliela) e' questa idea che la "manovra" da 35 Miliardi consiste di 20 Ml di "risparmi" e di 15 Ml per la ripresa ... cosa vuol dire? Cosa sono i 15 Ml per la ripresa? Misteri delle teorie economiche praticate ed insegnate in Italia.

Aggiornamento 12, Agosto. La notizia dello sventato piano contro gli aerei in partenza da UK e diretti negli USA ha avuto l'effetto di far tacere l'azienda di salumi: da due giorni non rilevo alcun traccia d'affettati sulla stampa nostrana. In compenso, altri insaccati, di diversa qualita' ma sempre di carne suina, si danno da fare per non farci sentire la mancanza del nostro panino quotidiano. Sarebbe brutto deluderli ignorandoli pero' devo ammettere che, ad una lettura attenta, gli esempi abbondano ed uno rischia di fare l'indigestione: troppi insaccati, come di certo v'ha insegnato la vostra mamma, fanno venire i brufoli in luoghi spiacevoli. Quindi, uno solo, il piu' meritevole - lo so, quale sia il piu' meritevole e' una faccenda di gusti personali, ad alcuni la mortadella piace piu' del prosciutto, altri preferiscono la soppressa: oggi vado per il lardo.

Il pezzo piu' demenziale che ho avuto modo di leggere tra ieri ed oggi sulla stampa italiana viene da Il Foglio, di sabato 12 Agosto. In prima pagina, e firmato con il simbolo di un elefante che, sospetto, si riferisce all'aulico Giuliano Ferrara medesimo, un editoriale geniale intitolato La quinta colonna di Al Qaida. Il contenuto del medesimo, in breve sintesi: mi son salvato l'originale PDF in caso qualcuno dubitasse della veridicita' della medesima, e' il seguente "Siccome Al Qaida prova ancora a fare attentati molto gravi contro cittadini e strutture di paesi occidentali, vuol dire che siamo ancora in guerra con loro. Poiche' siamo in guerra, e le modalita' della stessa sono quelle definite dal trio Bush-Blair-Aznar circa quattro anni fa (forse c'era anche qualcun'altro, ma non ricordo chi) allora chiunque critichi la politica di Bush in Irak (i.e. l'invasione) o quella di Israele in Libano (i.e. l'invasione), o anche solo investighi il ruolo illegale giocato da (parte dei) nostri servizi segreti nella detenzione (illegale) di Abu Omar, e' un alleato del nemico. I peggiori di tutti sono quelli che provano a suggerire, con false analogie storiche ed argomenti sofistici basati su pratiche esoteriche tipo la statistica, un possibile nesso causa-effetto fra la nostra occupazione delle loro terre e la loro attivita' terrorista (tipo quell'accademico comunista di Chicago citato da qualche parte in questo blog). Tutti costoro, ripetiamo, sono chiaramente alleati di Al Qaida e costituiscono la quinta colonna dei terroristi islamici. Sono anche, e molto ovviamente, antisemiti."

All'interno, lo stesso "organo" d'informazione ci riporta altri due stupendi complementi informativi. Il primo, a pagina 2, consiste nella traduzione d'un editoriale apparso ieri o oggi sul WSJ (non son riuscito a trovarlo, ma il WSJ on line vuole $$, e visto che mi da la sua versione paper for free ovunque io vada ...) in cui si sostiene una versione edulcorata e leggermente meno insensata della stessa tesi. Entrambi i geniali editoriali, comunque, continuano ad insistere che sia la guerra in Irak che l'invasione del Libano sono passi essenziali per sconfiggere il terrorismo musulmano: coloro i quali osano criticare la nostra invasione dell'Irak (negli USA nessuno osa criticare mai Israele, almeno non qualcuno che possa far notizia) sono solo nemici dell'occidente. Il WSJ, da cui evidentemente il geniale ed indipendente GF prende ordini ed idee oltre che la grafica del suo giornale, sostiene anche che lo stesso vale per coloro i quali sostengono, negli USA, che i programmi di ascolto delle nostre telefonate private e di generale monitoraggio della nostra vita da parte dei servizi segreti USA, costituisce una violazione dei nostri diritti costituzionali. Insomma, siamo in guerra e le liberta' costituzionali sono soppresse, taci che il nemico ti ascolta, guai a disturbare il manovratore che ti accusiamo di tradimento. Il secondo pezzo interno al Foglio e' ancora piu' spassoso, pero' non ho tempo e ve lo racconto un'altra volta ... per oggi accontentatevi dei due editoriali.

Quest'accoppiata d'editoriali confermano due cose. La prima e' banale, e chi conosce GF la sa da sempre - ossia che GF e' intellettualmente debole e disposto, come tutti coloro che idee proprie non hanno, a dire e scrivere le piu' immonde e disoneste sconcezze - siano esse pro-stalin, pro-berlinguer, pro-craxi, pro-berlusconi o pro-bush: e' di bocca buona, li ha osannati tutti. Pur d'accapararsi una poltrona adeguata alla sua personalita' da saputello frustrato (perche' meno brillante sia di papa' che di massimo d'alema) il signor GF sembra non avere ne' limiti ne' confini in cio' che scrive e nelle distorsioni che pubblica sul suo giornale. Il che, fra parentesi, e' un peccato perche' non farebbe danno a nessuno se Il Foglio fosse davvero indipendente e libertario, ma non lo e'.

Insiema a concrete azioni e dichiarazioni di questi giorni, i due editoriali confermano anche qualcos'altro, molto meno comico dello smodato appetito (di pubblica attenzione) che alimenta la pennivendolezza del signor GF ... ma, siccome ho promesso di star zitto e comunque non ho tempo, sulla cosa seria ci ritorno dopo le vacanze.


Ulteriore aggiornamento, 12 Agosto.
Ne ho trovato una piu' bella, perche' piu' sintetica. Su Il Giornale on line, la seguente combinazione di titolo e sottotitolo

MAMMA E DONNA INCINTA FRA I KAMIKAZE
Frattini: <<La cittadinanza in cinque anni e' un pericolo.>>

a cui fa da contorno l'editoriale di un tal Massimo Teo-dori. Lo stesso personaggio che dieci giorni prima teorizzava che l'indulto e' un atto di giusta e saggia clemenza <<secondo le regole della civilta'>>, mentre Di Pietro e' solo uno sporco ed illibertario forcaiolo ora ci spiega che tutto, assolutamente tutto e' giustificato e permesso per <<colpire il nemico globale dei valori occidentali>> (che, evidentemente, devono essere i suoi: lasciare fuori gli assassini mafiosi ed i ladri di denaro pubblico). Certa gentaglia prezzolata non merita' alcun rispetto: dopo aver sostenuto che scarcerare 20000 criminali provati e condannati e' atto saggio e dovuto <<secondo le regole della civilta'>> (purche' escano Previti ed i ladri suoi pari allo stesso tempo), ora ci spiega, citando (si fa per dire) Berman (sono proprio delle scimmie pavlovianamente condizionate! Siccome il capo banda ha detto islamico-fascisti - mostrando che capisce poco del nemico - ora tutti a far finta di aver letto il libercolo ufficiale ...) che per gli islamici cio' che ci vuole e' guerra santa e bombe a volonta'! E chi critica invocando i principi fondamentali ovviamente e' un traditore ...

Meglio che vada a rimpinzarmi di sushi da Nishimura on Melrose - non Kazuo, quello sta a Kyoto e prova teoremi, Hiro Nishimura - con il mio amico GH e famiglia. Altamente raccomandato: niente belinate alla Nobu-Armani, solo il miglior tradizionale sashimi-sushi della west coast USA, ossia di tutto il {mondo \ Giappone}.

La notizia, bruttina a dir poco, del 14 Agosto. Questa non e' una buffonata estiva, questa e' una notizia seria. Non la trovate esplicitamente su nessun giornale, e' scritta implicitamente a pezzi e bocconi qui e la', tra reportages, foto, dichiarazioni di vittoria, sconfitta, tregua, pace, ritiro, avanzamento, profughi che ritornano, soldati che esultano, forze UN che si preparano ad arrivare. La notizia e' che Bush ed Olmert hanno appena finito di eleggere il nuovo capo vero del Libano. Spunta da qualche parte nelle seguenti due foto.afp86913541408122636_big

reuters86912921408114556_big

Contenti loro ...

Aggiornamento del 16 Agosto. Avevo promesso al Grande Timoniere (ma nel farlo incrociavo le dita della mano sinistra, tanto via chat di gmail mica c'e' il video) che non avrei aggiornato ulteriormente la raccolta di buffonate perche' 'sta pizza stava diventando troppo capricciosa ed indigesta. Ma chiudere con una notizia seria (e triste) come la precedente non mi sembrava il caso: ne hanno fatte di tutti i colori durante questo mese d'agosto (i mesi d'agosto, come sapete, finiscono a ferragosto, ossia il giorno 15, almeno per noi italiani: ora inizia il lento rientro e poi siamo gia' in autunno) e ci volevano dei fuochi d'artificio in chiusura.

A celebrare ferragosto come si deve e ad offrirci i fuochi d'artificio che ci mancavano ci ha pensato il nostro buffoniere (= generatore di buffonerie) preferito, che fino ad ora mancava da questa rassegna 2006. Confermandoci ancora una volta sia il suo enorme buon gusto sia il suo rispetto per le norme della convivenza civile, il venditore di saponette piu' famoso del mondo s'e' fatto fare una colata di lava, purtroppo finta, nella villetta abusiva nota al popolo come "villa certosa" ... Ringrazio vivamente il nostro lettore di nome "mario" (che evidentemente e' in vacanza da quelle parti: vedi sotto) che ce l'ha fatto sapere riportando la notizia apparsa su La Repubblica (ed anche sul Corriere, e su tutti gli altri "organi" di stampa, ovviamente). Peccato manchino le foto!

Ad ogni buon conto, e proprio per finire le note d'agosto a schifio cinico e puro, ecco un paio di servizi corredati di foto ed illuminanti commenti, sulle attivita' ed i divertimenti delle "elites" italiane, politiche, economiche e culturali, durante le vacanze in Sardegna ... bestiali, veramente bestiali .

14 commenti (espandi tutti)

Dico…ma cosa avrebbe dovuto dire Mr Prodi? Mi spiego, arriva la notizia che le entrate del fisco registrano un aumento del 12%…ecco mi pare che, a parte un po’ di sfrontatezza derivante magari dal caldo emiliano nell’accaparrarsi la gran parte dei meriti, non vedo nel suo atteggiamento nulla di così “strano”! Non sarebbe stato davvero strano invece se avesse detto (la verità?)“è un dato importante ma che poco c’entra con il mio governo dato che da poco sono entrato a palazzo Chigi e sinceramente non c’è stato tempo per fare alcuna lotta all’evasione!! Al massimo è un residuo positivo della politica di Berlusconi.” E' il classico costume italiano mandare segnali di ottimismo per accontentare il popolino...nulla di nuovo...purtroppo. Cosa avrebbe dovuto dire??  PS Per l’affaire “indulto” sono chiaramente d’accordo con Michele Boldrin…certo sarebbe stato difficile per il Premiè superare l’estate senza l’appoggio dell’orrendo Ministro "from Ceppaloni"!! 

Beh, son d'accordo su tutto pero' una cosa avrebbe potuto fare che era nel set di cose "fattibili" al momento: stare zitto! Dire, sono in vacanza, scusatemi. Fra due giorni compio 67 anni e voglio solo festeggiare, niente di piu'. Questo avrebbe potuto dirlo, no? E risparmiarci questa brutta impressione che ci ha fatto ... E' vero, d'altra parte, se non avesse accettato di parlare a vanvera, noi di cosa ci dilettavamo? 

 

Monti si e' candidato, concordo. Mi spiace per "il boss" che la Bocconi gli stia stretta, ma non c'e' dubbio che si sia candidato. Tanto stretta gli sta la Bocconi che prima dell'estate ha scritto un interessante articolo sul calcio (che ovviamente non gli interessa, per manifesto conflitto di temperamento) in effetti candidandosi al posto poi di Guido Rossi alla FIGC. 

Riguardo a Salvati, io sono 10 anni che non lo capisco. Mi pare una brava persona, ma si sa io ho un debole per la Milano bene, ma non capisco mai cosa dice. Scrive cose, si leggono bene, scivolano via lisce, e alla fine non si sa cosa si e' letto. 

Alberto, ti adoro:finalmente qualcosa su cui concordiamo! E non l'avevo nemmeno scritta apposta, come dire per vedere se il mio Albertone ed io almeno su qualcosa andiamo analiticamente d'accordo (perche', pre-analiticamente concordiamo su troppe cose, li' e' il guaio ...)

Ok, ora per confermarti che mai smetto, ecco il remark: eri la mia unica speranza. Se neanche tu capisci cosa voglia dire MS, ma allora CHI lo capisce? Forse Stockli, ma Stockli chiaramente e' in vacanza in qualche isola esotica, e non ci puo' aiutare. Rimarremo cosi', ignavi e dubbiosi per tutto agosto: tremenda vertigo. Grazie addio domani vado ad LA ... ragazzi, l'australia e' una pizza noiosissimaaaaaa ..

 

si stockli e' perso. abbiamo visto la finale dei mondiali insieme e poi si dev'essere involato. io non credo che lui capisca MS comunque. io credo che l'obiettivo di MS sia art pour l'art.

Monti invece e' un peccato che appaia cosi'. Mi spiace per lui. Poi sono d'accordo che lo stile thatcher e' un'altra cosa, ma forse la sua reputazione, faticosamente costruita negli anni (su cui non azzardo giudizi), di serio, solido, non di parte, esperto economista, mente fina, ...., potrebbe spenderla meglio a fare la Merkel che non a fare Guido Rossi, ne' a fare Summers (nel senso di presidente di Harvard - non ministro delle finanze). 

in questi giorni ho  visto   una camionata di amici a cena o ad aperitivi vari ed eventuali, gente che conosco e stimo da una vita, gente che fa lavori normali non accademici, e mi sono rafforzato nella convinzione (succede tutti gli anni, poi mi dimentico) che noi siamo su Marte. Non e' un caso che ci leggano studenti di economia con tendenze di destra. La Thatcher in Italia non resisterebbe tre giorni. E lei era tosta, sana tostaggine popolare, altro che Monti.  

Concordo pienamente sul Salvati. Scorre veloce, ma non lascia niente dopo un minuto.

Sono servili i giornalisti, o semplicemente danno in pasto ai lettori quello che i lettori vogliono leggere?
Il Corriere, in particolare, sembra avere moltissimi lettori appassionati di queste cose, a vedere il numero di giornalisti che se ne occupano, inclusa la moglie del vicepresidente del consiglio.

OLBIA- Un piccolo vulcano nel parco della villa di Silvio Berlusconi dal quale fuoriescono lapilli e una lunga colata fiammeggiante ed è subito allarme. E' successo a Porto Rotondo, poco dopo l'una del mattino: molti residenti della zona, spaventati dalla spettacolare lava nel parco di Villa Certosa e dalle relative fiamme, hanno tempestato di chiamate il 115

Il resto qui:

http://www.repubblica.it/2006/08/sezioni/cronaca/lava-berlusconi/lava-berlusconi/lava-berlusconi.html

 

Impagabile! Grazie per il contributo.

Mi permetto di fare cut and paste ed aggiungere al main text, se non ti dispiace.

 In effetti, avendo perso la pagliacciata finto-romantica con la moglie in Marocco, avvenuta finche' d'altre cose leggermente meno romantiche si dibatteva, mancava una buffonata berlusconiana per completare l'estate.

Anche stando zitto, riesce ad essere piu' ridicolo degli altri, un grande uomo senza dubbio.

 

Non sono mica sicuro di tutte le analisi che stanno facendo su tutti i giornali. Se mi metti su due foto prese nei quartieri sciiti di Beirut, dove la gente gia' era se non organica almeno simpatizzante di Hizbullah, beh, chiaro che mi aspetto quel tipo di commenti. Sono una minoranza chiassosa che come al solito essendo ben organizzata si fa sentire. Diciamo pure grazie alla Reuters per questo. Vai nei quartieri bene di Beirut, dove benche si condanni l'esagerazione di Israele, si dicono alter cose. Bashar (il dittatore siriano, per intenderci) si e' spinto pure a dire che i protagonisti della rivoluzione dei cedri erano d'accordo con Israele per l'azione militare contro Hizbullah. Tra l'altro questa azione ci lascia una forza ONU con il compito di disarmare Hizbullah. Per ora con le buone, ma mi auguro anche con le cattive se necessario. Ma certo gli auspici non sono buoni: Baffino ha dichiarato che lui vorrebbe una soluzione del tipo integrare i militanti di Hizbullah nell'esercito regolare libanese. Io posso solo mettermi le mani nei capelli e sperare che non gli diano retta.

segnalazione

luigi 17/8/2006 - 19:39

rabbi', io rimango dell'opinione che indebolire il libano democratico non fa che piacere alla siria e all'Iran. Se è vero che Hezbollah viene accudito dall'Iran, dimmi tu che male gli hanno potuto causare uccidendogli 500 militanti? Boh

Che poi, affliggiamo la vita agli altri con backward induction, e poi ragioniamo sui terroristi islamici come se non prevedessero le ovvie banali conseguenze strategiche delle loro azioni (dall'11 settembre incluso in poi)

 Cmq, per passare a un argomento piu' estivo,  volevo segnalarvi, istigato da mario, la recensione di Arier Rubinstein a Freakonomics di Levitt . La linkavo anche nel mio blogghino

p.s.  Giuliano Ferrara  appartiene a una e solo una delle 4 categorie , matematici-economisti-prostitute-architetti, tutte incluse a loro volta nel gruppo intellettuali, di cui parla Rubinstein.  (come disse una mia prof- del liceo)

Non ce la faccio. E' vero che e' un fatto di luglio, ma non resisto e lo riporto (il grassetto e' mio).

Sui fatti di Marrakesh, Berlusconi chiarisce: "Non e' vero che io a Marrakesh ho ballato...erano gli altri che ballavano. Io ho attraversato il teatro ieraticamente e ho portato il dono..."

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Roma,%2023:24/1670586/7

Propongo un aggiornamento al 22agosto...di buffonate ce ne sono ancora, l'estate pare non sia ancora finita e in Italia se ne vedono ancora delle belle. Ancora una volta a disturbare la mia estate è la cronaca vacanziera del Berlusca... 

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/08_Agosto/22/santucci.shtml  leggete e rabbrividite. Non ce la faccio però...è più forte di me, devo assolutamente estrarne la parte migliore:

"Sono passate le tre del mattino quando Silvio Berlusconi si affaccia dalla terrazza del «Pepero Club» di Porto Cervo e contempla la folla che balla in discoteca (...)  L'hanno avvolto, salutato, circondato, osannato quando la vocalist del «Pepero» ha annunciato al microfono: «Abbiamo con noi... il super presidente». Ovazione. Sorriso luccicante di compiaciuta risposta. Scambio di battute con uno dei proprietari: «Se il clima è questo, chi ha votato per la sinistra?»"

Mi vien da chiedergli...dove vuoi trovare gli elettori di sinistra? In una discoteca di Porto Cervo?

Da forte convinzione personale, la mia opinione su berlusconi diventa granitica ed oggettiva certezza: Per cinque anni ci ha governato un idiota...

 

Sento il ritmo incessante dell'ultim'ora. Oggi 5 Settembre 2006, sento Rutelli, eh si quest'uomo ancora non ci era entrato in questo blog, elogiare l'azione di governo di Luglio, che permetterà di risparmiare i fatidici 5, o forse 7/8-10 Mld sulla stretta della finanziaria. Credo che non si sia impegnato poi più di tanto per concentare un numero discreto di troiate in un intervento solo.

A parte i meriti impropri, ma lo sviluppo e i dipendenti statali imbolsiti, questi qua dove cacchio li mettono PP!

Scusate l'intervento tardivo, ma Rutelli ci mancava proprio.

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti