Propaganda pentastellata: come ti asfalto un video sovranista sul debito

9 ottobre 2018andrea moro

L'analfabetismo economico si combatte, suppongo, anche cercando di leggere ed interpretare le fandonie raccontate dai venditori di bufale. Capire come si faccia a traviare chi di economia ne sa poco è difficile per chi, come noi, interagisce sopratutto con esperti o al massimo studenti della materia. Suppongo che io debba "ringraziare" Michele per avermi segnalato e fattomi perdere 28 minuti per guardare un video tratto da una conferenza sul tema del debito pubblico. Il relatore, tal Guido Grossi, non ci è dato di sapere chi sia né perché sia "esperto" della materia, né da quale "conferenza" il video sia tratto.  Indubbiamente Grossi la faccia e il tono da esperto ce li ha. Cravatta, microfono, segnaposto con il nome pure. Il gergo tecnico lo sfodera con scioltezza ma con moderazione: adelante, Pedro, con juicio, che altrimenti le truppe si perdono per strada.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Prima gli italiani - Del mio razzismo.

25 settembre 2018michele boldrin

Sulla questione immigrazione e xenofobia ho pensato molto e scritto pochissimo. Ho polemizzato altrove con chi propone azioni politiche xenofobe ma anche con chi invoca l'accoglienza indiscriminata. Più con i primi che con i secondi perché son sia più pericolosi che numerosi, in questi anni. Ma sulla questione di fondo la mia posizione rimane salomonica, o cinica se volete. Provo a spiegarmi. Vi avviso, questo è lungo.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Perché non se ne deve parlare. La parabola di Italo e Germano

18 settembre 2018sandro brusco

Il 21 settembre ci sarà la presentazione del volume ''Cosa succede se usciamo dall'euro? Quanto costerà e chi ne pagherà il prezzo. È una raccolta di saggi di diversi autori, curata da Carlo Stagnaro. Sono uno degli autori, ho scritto il pezzo che cerca di spiegare perché è dannoso anche solo parlare di possibile uscita dall'euro. È un saggio leggero e di battaglia, niente di particolarmente profondo e originale, ma mi sono divertito a scriverlo. Ne pubblico qui ampi stralci.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Il governo rosso-brunato. VI

18 settembre 2018michele boldrin

Il terzo pilone ideologico del governo rosso-brunato: il socialismo economico. Non credo vi sia necessità di documentarlo, è sotto gli occhi di tutti. Più rilevante notare che non è nulla di nuovo ma una continuazione delle pratiche (e delle ideologie) di governo dell'economia in uso dall'inizio del secolo scorso ed alle quali si son fatte poche eccezioni. Come gli altri piloni anche questa spiega perché oggi questo sia il vero governo che gli italiani non solo vogliono ma hanno sempre voluto. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Riflessioni su Conte e Giarrusso

8 settembre 2018giovanni federico

L'università italiana è di nuovo sulle prime pagine per i motivi sbagliati. In questo post tento di spiegare perchè la nomina di un garante dei concorsi è comunque inutile, indipendentemente dalla persona scelta (male) e perchè il concorso di Conte non è in sè scandaloso. E' scandaloso che Conte non abbia avuto la sensibilità di ritirarsi spontaneamente.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Il governo rosso-brunato. V

3 settembre 2018michele boldrin

Da dove spunta il populismo politico attuale, secondo cui "uno vale uno", "i tecnocrati son la causa della crisi", "per governare bene basta essere onesti", e così via? L'hanno davvero inventato Grillo e Salvini? È davvero la grande novità che sembra essere? 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Il governo rosso-brunato. IV

1 settembre 2018michele boldrin

Il "Moralismo Cattolico" nel carattere nazionale e nell'ideologia rosso-brunata italiani. Ho avuto ed ho problemi nello scrivere questo articolo perché, pur pensando d'aver chiaro nella mia mente il percorso logico, mi rendo conto della mia incapacità d'articolarlo in parole semplici e senza dilungarmi troppo. Ci provo, pronto a scoprire che magari quanto scrivo è del tutto vacuo.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Il governo rosso-brunato. III

11 agosto 2018michele boldrin

I due articoli/capitoli inizali hanno ricevuto un certo numero di commenti e di critiche. Prima di continuare con gli ulteriori capitoli che ho in mente (la mia estate italiana è ancora lunga) discuto qui, brevemente, quelle che mi sembrano le osservazioni più rilevanti.  Certamente altre ne verranno. Grazie a tutti per i commenti costruttivi, anche se critici. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Il governo rosso-brunato. II

4 agosto 2018michele boldrin

Hanno vinto il 4 marzo e sono al governo per stare assieme quanto più a lungo possibile, ok. Ma: (i) come siamo arrivati a questo risultato, (ii) quali fattori hanno reso politicamente irrilevanti sia PD che FI (per non parlare di LeU), (iii) dov'è oggi l'opposizione al governo rosso-bruno? Vaste programme, lo so. Ci provo e scusatemi se riesco ad essere apodittico nonostante la lunghezza. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Il governo rosso-brunato. I

1 agosto 2018michele boldrin

Riflessioni sui tempi che corrono. Partirò dalla contingenza politica italiana per poi allargare il campo d'indagine anche oltre il presente e oltre l'Italia. Esiste qualcosa che meriti "fare" o, invece, e' più saggio sedersi sul monte a guardare come demografia, tecnologia e religione cambiano di nuovo l'Occidente e il mondo? Questa è la domanda che mi pongo.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »
PAGINE