minibot, Maxi confusione

9 giugno 2019Marco Marincola

Tutti stanno parlando dei minibot. Ne ho parlato anch'io in uno scambio con il mio ex professore di Economia Internazionale.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Una semplice analisi econometrica del voto a Più Europa del 2019

Analizziamo le possibili determinanti del limitato aumento del voto a Più Europa avvenuto tra il 2018 e il 2019 per stabilire quanta parte è attribuibile alla politica delle alleanze e quanta parte a un aumento di consenso. L'incremento dei consensi non sembra essere dovuto a una minor propensione all'astensionismo degli elettori di Più Europa nelle elezioni europee rispetto alle politiche. Il principale risultato che otteniamo è che l'alleanza con Italia in Comune sembra aver aiutato mentre quella con il Partito Socialista no.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Le scuole di eccellenza e l'avvenire dell'università italiana

11 febbraio 2019giovanni federico

Le dimissioni del direttore della Scuola Normale sono state ampiamente discusse (male) sui giornali e persino nei telegiornali. Qualche informazione su cosa sono e qualche riflessione critica sul modello italo/francese delle scuole di eccellenza

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Siamo in recessione. Colpa dei gialloverdi, vero? Si…anzi no

Dunque ieri (31 gennaio) L’ISTAT ha certificato i vaticini dell’avvocato del popolo, il pregiatissimo professor primo ministro Conte, dichiarando che l’Italia è in “recessione tecnica”.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Le panzane non sono un'esclusiva pentastellata

8 dicembre 2018michele boldrin

Smontare le panzane di almeno uno visto ch'è impossibile farlo con mille. Perché questo? Per caso, perché stasera ho un'ora da dedicarci. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

La bagarre rossobrunata sugli inceneritori

20 novembre 2018Costantino De Blasi

L'ultimo fronte di scontro fra i gemelli diversi Salvini e Di Maio è sugli inceneritori. Il Capitano leghista ne vorrebbe uno in ogni provincia; il bisministro del lavoro e dello sviluppo economico neanche uno in Europa. Due posizioni evidentemente inconciliabili tanto sono distanti fra di loro, ma che evidenziano come a) la coalizione che regge in questo momento il Paese sia la più raffazzonata che si possa immaginare b) il pressapochismo ignorante sia il collante dei due partiti c) qualunque cosa si può dire se si parla al proprio elettorato e non all'interesse del Paese.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Propaganda pentastellata: come ti asfalto un video sovranista sul debito

9 ottobre 2018andrea moro

L'analfabetismo economico si combatte, suppongo, anche cercando di leggere ed interpretare le fandonie raccontate dai venditori di bufale. Capire come si faccia a traviare chi di economia ne sa poco è difficile per chi, come noi, interagisce sopratutto con esperti o al massimo studenti della materia. Suppongo che io debba "ringraziare" Michele per avermi segnalato e fattomi perdere 28 minuti per guardare un video tratto da una conferenza sul tema del debito pubblico. Il relatore, tal Guido Grossi, non ci è dato di sapere chi sia né perché sia "esperto" della materia, né da quale "conferenza" il video sia tratto.  Indubbiamente Grossi la faccia e il tono da esperto ce li ha. Cravatta, microfono, segnaposto con il nome pure. Il gergo tecnico lo sfodera con scioltezza ma con moderazione: adelante, Pedro, con juicio, che altrimenti le truppe si perdono per strada.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Prima gli italiani - Del mio razzismo.

25 settembre 2018michele boldrin

Sulla questione immigrazione e xenofobia ho pensato molto e scritto pochissimo. Ho polemizzato altrove con chi propone azioni politiche xenofobe ma anche con chi invoca l'accoglienza indiscriminata. Più con i primi che con i secondi perché son sia più pericolosi che numerosi, in questi anni. Ma sulla questione di fondo la mia posizione rimane salomonica, o cinica se volete. Provo a spiegarmi. Vi avviso, questo è lungo.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Perché non se ne deve parlare. La parabola di Italo e Germano

18 settembre 2018sandro brusco

Il 21 settembre ci sarà la presentazione del volume ''Cosa succede se usciamo dall'euro? Quanto costerà e chi ne pagherà il prezzo. È una raccolta di saggi di diversi autori, curata da Carlo Stagnaro. Sono uno degli autori, ho scritto il pezzo che cerca di spiegare perché è dannoso anche solo parlare di possibile uscita dall'euro. È un saggio leggero e di battaglia, niente di particolarmente profondo e originale, ma mi sono divertito a scriverlo. Ne pubblico qui ampi stralci.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Il governo rosso-brunato. VI

18 settembre 2018michele boldrin

Il terzo pilone ideologico del governo rosso-brunato: il socialismo economico. Non credo vi sia necessità di documentarlo, è sotto gli occhi di tutti. Più rilevante notare che non è nulla di nuovo ma una continuazione delle pratiche (e delle ideologie) di governo dell'economia in uso dall'inizio del secolo scorso ed alle quali si son fatte poche eccezioni. Come gli altri piloni anche questa spiega perché oggi questo sia il vero governo che gli italiani non solo vogliono ma hanno sempre voluto. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »
PAGINE