Opposizione all’autonomia differenziata, quando arrivano i veri argomenti? Stiamo sempre aspettando

9 agosto 2019Dario Stevanato e Andrea Giovanardi

Il recente intervento di Emanuele Felice su L'Espresso del 28 luglio 2019 (L'autonomia contro il sud unisce destra e sinistra) è di grande interesse sia perché proviene da uno studioso che si è a lungo interessato, in una prospettiva storica, delle ragioni del divario nord-sud, sia perché esso riassume in modo chiaro i tratti di un dibattito particolarmente violento, confuso ed approssimativo.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Appunti per un fisco più favorevole alla crescita

17 giugno 2019sandro brusco

Nell'incontro Liberi oltre le illusioni che si terrà a Sesto San Giovanni (MI) il prossimo 22 e 23 giugno parleremo di tante cose. Una sessione verrà dedicata alla riforma fiscale e al suo impatto sulla crescita economica. Questo post è dedicato ad alcune riflessioni sui criteri che dovrebbero guidare gli interventi in campo fiscale e su quali misure è ragionevolmente possibile introdurre in modo coerente e sostenibile nel breve-medio periodo.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Una semplice analisi econometrica del voto a Più Europa del 2019

Analizziamo le possibili determinanti del limitato aumento del voto a Più Europa avvenuto tra il 2018 e il 2019 per stabilire quanta parte è attribuibile alla politica delle alleanze e quanta parte a un aumento di consenso. L'incremento dei consensi non sembra essere dovuto a una minor propensione all'astensionismo degli elettori di Più Europa nelle elezioni europee rispetto alle politiche. Il principale risultato che otteniamo è che l'alleanza con Italia in Comune sembra aver aiutato mentre quella con il Partito Socialista no.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Il perché della scuola: il classico e oltre

8 agosto 2019Artemij Keidan

La ben nota battaglia di Michele Boldrin per "abolire il liceo classico", oltre che uno slogan ad effetto che però nasconde un ragionamento analitico e una concreta proposta programmatica, è anche una provocazione intellettuale molto riuscita. Nel senso che provoca il pensiero. In questo articolo cerco di ragionare ad alta voce, senza necessariamente arrivare a una conclusione definitiva, non solo sul significato del liceo classico, ma sul significato e le finalità della scuola, come istituzione, nel mondo moderno.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Siamo in recessione. Colpa dei gialloverdi, vero? Si…anzi no

Dunque ieri (31 gennaio) L’ISTAT ha certificato i vaticini dell’avvocato del popolo, il pregiatissimo professor primo ministro Conte, dichiarando che l’Italia è in “recessione tecnica”.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Le panzane non sono un'esclusiva pentastellata

8 dicembre 2018michele boldrin

Smontare le panzane di almeno uno visto ch'è impossibile farlo con mille. Perché questo? Per caso, perché stasera ho un'ora da dedicarci. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

La bagarre rossobrunata sugli inceneritori

20 novembre 2018Costantino De Blasi

L'ultimo fronte di scontro fra i gemelli diversi Salvini e Di Maio è sugli inceneritori. Il Capitano leghista ne vorrebbe uno in ogni provincia; il bisministro del lavoro e dello sviluppo economico neanche uno in Europa. Due posizioni evidentemente inconciliabili tanto sono distanti fra di loro, ma che evidenziano come a) la coalizione che regge in questo momento il Paese sia la più raffazzonata che si possa immaginare b) il pressapochismo ignorante sia il collante dei due partiti c) qualunque cosa si può dire se si parla al proprio elettorato e non all'interesse del Paese.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Propaganda pentastellata: come ti asfalto un video sovranista sul debito

9 ottobre 2018andrea moro

L'analfabetismo economico si combatte, suppongo, anche cercando di leggere ed interpretare le fandonie raccontate dai venditori di bufale. Capire come si faccia a traviare chi di economia ne sa poco è difficile per chi, come noi, interagisce sopratutto con esperti o al massimo studenti della materia. Suppongo che io debba "ringraziare" Michele per avermi segnalato e fattomi perdere 28 minuti per guardare un video tratto da una conferenza sul tema del debito pubblico. Il relatore, tal Guido Grossi, non ci è dato di sapere chi sia né perché sia "esperto" della materia, né da quale "conferenza" il video sia tratto.  Indubbiamente Grossi la faccia e il tono da esperto ce li ha. Cravatta, microfono, segnaposto con il nome pure. Il gergo tecnico lo sfodera con scioltezza ma con moderazione: adelante, Pedro, con juicio, che altrimenti le truppe si perdono per strada.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Riflessioni su Conte e Giarrusso

8 settembre 2018giovanni federico

L'università italiana è di nuovo sulle prime pagine per i motivi sbagliati. In questo post tento di spiegare perchè la nomina di un garante dei concorsi è comunque inutile, indipendentemente dalla persona scelta (male) e perchè il concorso di Conte non è in sè scandaloso. E' scandaloso che Conte non abbia avuto la sensibilità di ritirarsi spontaneamente.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Commenti di scuola alla "geniale proposta" per eliminare lo spread sul debito.

22 giugno 2018michele boldrin

Roberto Perotti ha pubblicato un riassunto autorizzato della proposta annunciata da Milena Gabanelli a fine maggio. In un secondo articolo, Perotti spiega perché la "proposta" non potrebbe mai essere accettata in sede europea: consiste in un gigantesco trasferimento di ricchezza all'Italia, in cambio di nulla. Avevamo già subdorato questo un mese fa (video1 e video2). Il mio obiettivo è più modesto: argomento che la proposta non esiste sul puro piano tecnico e logico. Si tratta solo di parole al vento, prive di coerenza ma utilissime per il pubblico ed i giornalisti dei talk show dove avrà, vedrete, un successo unico.  

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>
PAGINE