Giornate di Studio nFA 2009

9 maggio 2009 redattori noiseFromAmeriKa

Le giornate sono aperte a tutti. Si svolgeranno a Firenze dal 29 Giugno al 1 Luglio presso Villa la Pietra in via Bolognese 120 (mappa). La partecipazione è gratuita, ma va confermata usando il modulo adesioni.

''

29 giugno

''

Mattina: Caffé ore 9:00

- 9:30-12 Università e ricerca [A cura di Andrea Moro & Aldo Rustichini]

Moderatore: Aldo Rustichini (University of Minnesota). Relatori confermati: Luciano Modica (Responsabile settore Università del PD), Fulvio Ortu (Pro Rettore Università Bocconi), Daniele Checchi (Università degli Studi di Milano), Elisabetta Iossa (Università di Roma Tor Vergata), Gustavo Piga (Università di Roma Tor Vergata), Paola Potestio (Università Roma III), Giuseppe Valditara (Senatore, commissione istruzione/cultura)

Pomeriggio:

- 13-15:30 Istruzione primaria e secondaria [A cura di Andrea Moro & Aldo Rustichini]

Moderatore: Andrea Moro (Vanderbilt University). Relatori confermati: Giovanni Biondi (Capo Dipartimento del ministero dell'Istruzione), Piero Cipollone (Invalsi), Andrea Ichino (Università di Bologna), Luca Flabbi (Georgetown University), Domenico Sugamiele (Segretario Generale CIRSES)

Caffé ore 15:30

- 16-18:30 Il mercato dei media [A cura di Sandro Brusco]

Relatori confermati: Marco Gambaro (Università Statale di Milano), Alberto Nahmijas (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato), Michele Polo (Università Bocconi).

Partecipano al dibattito Gianni Dragoni (giornalista, Il Sole 24 Ore) e Oscar Giannino (giornalista, www.chicago-blog.it).

''30 giugno''

[A cura di Franco Bocchini, Michele Boldrin, Alessandro De Nicola e Carlo Stagnaro]

Mattina:

9:45-13:00 La crisi dell'economia europea ed italiana, politiche economiche

Moderatore: Alessandro de Nicola (Orrick, Herrington & Sutcliffe ed Adam Smith Society),

Caffé ore 11:30

Relatori confermati: Franco Debenedetti (Editorialista, Sole 24 Ore e Corriere della Sera, ed Adam Smith Society), Gian Paolo Galli (Direttore Generale Confindustria), Riccardo Gallo (Università la Sapienza ed Adam Smith Society), Agostino Megale (Segretario confederale Cgil), Giuseppe Morandini (Presidente Piccola Industria Confindustria).

Pranzo ore 13:00

Pomeriggio:

14:30-18 Aspetti finanziari ed internazionali della crisi

Moderatore: Michele Boldrin (Washington University in St Louis e noiseFromAmerika)

Caffé ore 16:00

Relatori confermati: J. Ignacio Conde-Ruiz (Director de Política Económica, Oficina Económica del Presidente de Gobierno, España), Tommaso Monacelli (Università Bocconi e LaVoce), Giuseppe Schlitzer (Responsabile Direzione Affari Economici, Federazione ABI-ANIA), Mario Seminerio (Libertiamo), Ignazio Visco (Vice-Direttore Generale, Banca d'Italia).

''1 luglio''

Mattina:

9:30-13 Meridione [A cura di Alberto Bisin]

Caffé ore 11:00

Relatori confermati: Piercamillo Falasca (Istituto Bruno Leoni), Carlo Lottieri (Istituto Bruno Leoni), Alberto Lusiani (Scuola Normale di Pisa e nFA), Emanuele Felice (Università di Bologna).


Nota: Le relazioni saranno come di consueto in stile non accademico e non rivolte ad un pubblico di economisti. Si ringrazia il generoso supporto di New York University, che ci permetterà di offrire ai partecipanti pranzi e caffé.

 

19 commenti (espandi tutti)

C'è la speranza di un podcast?

Ci stiamo proprio pensando ... chiunque abbia esperienze tecniche vere di come farlo (in particolare, di come farlo LIVE) si ponga in contatto con noi, cioé con il GT (ossia, Andrea).

Io sonderei se Radio Radicale sia interessata a coprire l'evento, in questo caso i podcast sarebbero disponibili almeno successivamente.

Vi volevo segnalare che sul sito della Villa, alla voce Services, dicono che possono offrire "Special audiovisual equipment and services (i.e. simultaneous or consecutive translation services and equipment, video and audio recording, etc.)" e linkano questo sito http://www.scot.it/

http://www.nyu.edu/lapietra/services.html

Per quel che mi riguarda confermo 30 giugno e 1° Luglio. C'è qualcuno a cui mandare le adesioni ?

Per ora no, but stay tuned. Faremo un annuncio

Per quello che ne so, Radio Radicale copre il video e l'audio, anche se i video, ad alcune settimane dalla conferenza, sono rimossi e rimani solo il podcast...così ho visto fare in alcune conferenze.

Poi si può chiedere anche a Red Tv... :-)

Torno da Denver il 30, atterro al Vespucci e mi fiondo da voi... pista corta e, soprattutto, jet lag permettendo (un' son mi'a un globbetrottere come vvoi...). Il 1 ci sarò di sicuro, però!

Se la cosa è accessibile anche a non specialisti (di economia ci capisco quanto di letteratura finlandese) e l'iscrizione non ha costi per me inarrivabili (essendo un ricercatore precario il livello di inarrivabile è piuttosto basso) verrei volentieri almeno alla prima giornata.

Abitando in zona verrei in macchina e quindi avrei la possibilità di raccattare un po' di gente che soggiorna a Firenze e di portarla fino alla villa (che è un tantinello fuori mano per chi si affida ai mezzi pubblici o ai propri piedi).

  Non vi sembra eccessivo affidare a cinque economisti altrettante relazioni su "università e ricerca", visto che esistono molti altri settori della vita universitaria e della ricerca? Questo, con tutto il rispetto per gli illustri relatori. Una mattinata così impostata non credo sia interesse di molti.

Sarebbe "eccessivo" se parlassero solo di proposte applicabili all'Economia, come disciplina di studio. In realtà temo che, dato lo stato attuale dell'università italiana, ci sia una base di discussione comune a tutte le discipline: come utilizzare meglio le risorse e fare in modo che il sistema accademico funzioni meglio.

 proprio perchè si parlerà - come è giusto - dell'università e della ricerca in generale, il punto di osservazione degli economisti, con tutto il rispetto per la categoria, mi sembra piuttosto angusto. Ad esempio, la ricerca degli economisti non necessita di laboratori e di macchine costose; le interazioni dell'economia con il mondo della finanza non sono le stesse di quelle delle discipline letterarie, e così via. Uno dei problemi dell'università è che ciascun settore culturale pretende di essere autentico interprete dell'insieme. 

Ho perso qualche settimana di NFA e mi era sfuggito l'annuncio dell'incontro.

Ci sara' spazio per interventi e dibattiti? Oppure, si possono proporre interventi o brevi relazioni? Basandomi sulla mia esperienza personale avrei alcune cosette da dire il primo giorno, quelle cose che in Italia non si possono dire, mentre mi sono iscritto come ascoltatore puro per le altre giornate.

Ci sara' certamente spazio per dibattito e domande dal pubblico. 

Forse si potrebbe inserire questa sessione su: Carlo Maria Cipolla - Allegro ma non troppo:

"Tutti noi ricordiamo casi in cui si ebbe sfortunatamente a che fare con un individuo che si procurò un guadagno causando una perdita: eravamo incocciati in un bandito. (Berlusconi aggiungo io...)

Possiamo ricordare anche casi in cui un individuo realizzò un'azione il cui risultato fu una perdita per lui ed un guadagno per noi: avevamo avuto a che fare con uno sprovveduto. (Gli Italiani che votano Berlusconi aggiungo io)

Possiamo ricordare anche casi in cui un individuo realizzò un'azione dalla quale entrambe le parti trassero vantaggio: si trattava di una persona intelligente. (Sempre più rare in Italia...????)

[...] Ma la nostra vita è anche punteggiata da vicende in cui noi si incorre in perdite di denaro, tempo, energia, appetito, tranquillità e buonumore a causa delle improbabili azioni di qualche assurda creatura che capita nei momenti più impensabili e sconvenienti a provocarci danni, frustrazioni e difficoltà, senza aver assolutamente nulla da guadagnare da quello che compie. Nessuno sa, capisce o può spiegare perchè quella assurda creatura fa quello che fa. Infatti non c'è spiegazione - o meglio - c'è una sola spiegazione: la persona in questione è stupida".

In un paese in declino, la percentuale di individui stupidi è sempre uguale a k; tuttavia, nella restante popolazione, si nota, specialmente tra gli individui al potere, un'allarmante proliferazione di banditi con un'alta percentuale di stupidità (sub-area Bs del quadrante B nella fig. 3) e, fra quelli non al potere, una ugualmente allarmante crescita del numero degli sprovveduti (area H nel grafico base, fig. 1). Tale cambiamento nella composizione della popolazione dei non stupidi, rafforza inevitabilmente il potere distruttivo della frazione a degli stupidi e porta il Paese alla rovina.

Italy and The Fundamental Laws of Human Stupidity at

http://mgiannini.blogspot.com/2009/06/italy-and-fundamental-laws-of-huma...

Mi ricordi un capolavoro dei videogiochi: "Zak McKracken and the Alien Mindbenders".Degli alieni avevano creato una macchina per instupidire l' umanità, con una bell' interruttore a due posizioni: ON e ON; quando Zak spostava la leva asseriva di sentirsi già più intelligente.Ovviamente era ironico, e tutte le volte che voto ho un deja vu.

Per l'esperto in videogichi bisogna chiamare Tremonti...

"E' piu' o meno come essere dentro un videogame. Quando sei in un videogame, ti trovi davanti un mostro: affronti il mostro, lo sconfiggi e passi al livello successivo. Ma, dopo la vittoria, proprio quando stai cercando di rilassarti, arriva un altro mostro, piu' grande del precedente''.

 

Ho compilato il modulo per il 30 giungno; quali sono gli orari di mattina e pomeriggio? grazie

Sono rilassati :-)

Diciamo 9:30-13:00 (con pausa caffé) e 14:30-18:00, pure con pausa.

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti