Perche' certi mercenari si', e altri no?

24 aprile 2007 enzo michelangeli
Una sveltina d'articolo su una questione che gia' turbava Cyrano de Bergerac

Il buon Cyrano, che visse una sua vita reale da proto-liberale del diciassettesimo secolo ben prima di essere immortalato da Rostand, una volta si chiese perche' mai la gente andasse in giro esibendo con fierezza le proprie armi, che sono strumenti di morte, celando invece con vergogna i propri organi genitali, che sono quelli che danno la vita. Ho pensato a lui leggendo quest'articolo
sul Corriere
che ne riprende uno su "People" (i giornali "seri" italiani ormai sono ridotti a riciclare in ritardo il contenuto dei tabloid, ma questa e' un'altra storia).

In breve, pare che abbia dato molto scandalo il fatto che una hostess di British Airways faccia marchette da 200 sterline per pagarsi il corso da pilota, che ne costa 75,000.

Ora, e' ben noto che una gran quantita' di piloti ha imparato a guidare l'aereo frequentando l'accademia aeronautica, per poi rassegnare le dimissioni e iniziare una lucrativa carriera privata (diventando nel contempo membri di una corporazione strapagata, con un sindacato di un'arroganza da fare impallidire Jo
Condor
). Costoro, a differenza della hostess in questione, hanno avuto il corso pagato non da clienti adulti e consenzienti in cambio di servizi liberamente negoziati, ma, forzosamente, dai contribuenti, in nome della "difesa della patria" (in altre parole, per sganciare bombe in testa ai nemici du jour). Nessuno pero' trova a ridire su di loro, men che meno la giornalista del Corriere (che coincidentalmente fa "Marchetti", ma solo di cognome): invece, quest'ultima annuncia con soddisfazione che in casi precedenti questo comportamento ha portato al licenziamento in tronco. Evviva.

3 commenti (espandi tutti)

Mi sfugge qualcosa.

Da che ho capito l'obiezione di BA viene dal fatto che la ragazza adescasse sul lavoro o comunque si pubblicizzasse come hostess.Credi che un pilota che sganciasse bombe da un volo di linea (o magari pilotasse caccia da guerra con la divisa BA) avrebbe meno problemi? O che la ragazza in questione rischiasse il licenziamento se avesse smesso di prostituirsi prima di essere assunta?

Da che ho capito l'obiezione di BA viene dal fatto che la ragazza
adescasse sul lavoro o comunque si pubblicizzasse come hostess.

Difficile dirlo, perche' l'articolo dice solo che in BA si riservano di prender i provvedimenti che riterranno opportuni. Quel che trovo ridicolo non e' la posizione di BA, ma il tono scandalistico dell'articolo per il "sacro mischiato al profano". 

son d'accordo con Enzo. BA, poi, dovrebbe casomai premiare e compensare la ragazza per la pubblicita' gratuita alla compagnia aerea stessa.

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti