Letture per il fine settimana 14-2-2015

14 febbraio 2015 sandro brusco

Questa settimana: il mitico programma economico di Salvini; gli economisti e San Valentino; i tempi della Corte Costituzionale; sull'efficacia delle riforme elettorali.

Buona lettura e buon fine settimana.

  • In un intervento su ''Il Foglio'', il Matteo minore ha esposto in 10 semplici punti il suo programma economico. È un qualcosa di sublime per come riesce a sintetizzare le peggiori cazzate de destra e de sinistra. C'è di tutto, dalla voodoo economics per cui tagliando le tasse si migliora il deficit pubblico fino all'invocazione dell'espansione della spesa pubblica specialmente per pensioni, passando per la nazionalizzazione delle aziende in crisi. Speciale ''premio supercazzola'' per il punto otto, in cui si spiega che la diversità si difende impendendo l'immigrazione. Chi pensava che con Tremonti la destra italiana avesse raggiunto, in termini di stupidità e ignoranza, un punto di minimo è costretto a ricredersi. È chiaro che al peggio non c'è limite.
  • È un po' un vezzo degli economisti quello di porre domande che ai più sembrano denotare insensibilità estrema e tuttavia è difficile ignorare (vedi il noto: qual è la perdita di benessere causata dai regali di Natale?). Quindi, proseguendo questa nobile tradizione che aiuta l'emarginazione sociale della categoria, oggi poniamo la domanda: quanto è bene spendere per fiori a San Valentino? La risposta è che è un equilibrio di segnalazione. Che è come dire, per quanto tu possa spendere c'è sempre uno più puro che ti epura.
  • La Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale l'imposta additiva sui redditi per alcune categorie di imprese, divenuta popolare con il ridicolo e fuorviante nome di Robin Hood Tax. La sentenza stabilisce anche che l'imposta viene abrogata da ora, ma che il fisco non è obbligato a restituire il gettito ottenuto negli anni passati. Vari commentatori (si veda per esempio Mario Seminerio) hanno notato che questo sistema realmente non pone i contribuenti al sicuro dal pericolo di tassazione incostituzionale. Io qua vorrei fare un'altra domanda: ma veramente questi sono i tempi minimi per una reazione della Corte Costituzionale? Voglio dire, ci sono voulti otto anni (e tre elezioni!) per dichiarare il porcellum incostituzionale. Ora ce ne hanno messi quasi altrettanti per dichiarare incostituzionale questa tassa. Qua in Amerika si dice justice delayed is justice denied; possibile che il sistema legale italiano ignori questo ovvio principio? Quali riforme occorre fare perché le decisioni della Corte Costituzionale siano più tempestive? Così, giusto per evitare di avere per un decennio e più dei parlamenti eletti con leggi elettorali incostituzionali.
  • È una  storia di una terra lontana, ma che forse ha qualche (scoraggiante) implicazione anche per noi. Nel 2010 un'iniziativa di legge popolare venne approvata per referendum in California, con l'obiettivo di cambiare il sistema delle primarie. Essenzialmente l'idea era di passare a un sistema simile al doppio turno, e l'obiettivo era quello di favorire la selezione di candidati più moderati. Da allora ci sono stati due cicli elettorali, il 2012 e il 2014, per cui si sta iniziando ad accumulare evidenza empirica. Ha funzionato la nuova legge? In poche parole: no. Le ragioni sono varie e complicate, ma una delle principali sembra essere che gli elettori non sanno distinguere tra moderati ed estremisti.

13 commenti (espandi tutti)

Moderati?

davide mancino 14/2/2015 - 21:20

Sandro, non capisco una cosa. Che cosa significa "favorire la selezione di candidati più moderati"? E perché un candidato moderato, di per sé, dovrebbe essere preferibile a uno non?

Edit: credo ci sia qualcosa che non va nel contatore dei like su FB. Il post è stato appena condiviso e segna già 1K condivisioni. Magari è un successone istantaneo... :-)

e poi c'è ancora qualcuno che si domanda perchè bisogna tifare Renzi....

http://www.econ.qmul.ac.uk/papers/doc/wp486.pdf

di Georgios Chortareas, George Kapetanios e Merih Uctum.

Abstract:

the debt crisis in Latin America is associated with the large fiscal imbalances of the 1980s; therefore public finance sustainability occupies the center of stabilization efforts in these economies. The literature examining this question in emerging economies is surprisingly scant and this paper aims at filling this gap. We analyze sustainability for a sample of Latin American countries, employing unit root tests that incorporate nonlinear alternative hypotheses.These tests capture the thresholds or corridor regimes that international agreements or markets impose on emerging economies’ public finances. We show that support for sustainability substantially improves when such nonlinearities are taken into account.

L'economia e' un mondo complesso. Puo' dare molto, tanto, valore aggiunto. Anche se :)), vedere infra :). Paper che trovo interessante. Il Prof. Kapetanios davvero...smart.

Una buona domenica a tutti

Quindi, proseguendo questa nobile tradizione che aiuta l'emarginazione sociale della categoria, oggi poniamo la domanda:

qual è la rilevanza di questo paper del 2003 quando la debt sustainability analysis è attività operativa dell'FMI dal lontano 2002 proprio per le "emerging economies"?

Buonasera Dottor Lovecchio, merito, e metodo. (che sovente nel FMI...)

So che e' scorretto, ma Le domando a mia volta qual e' la rilevanza di: A Macroprudential Approach to Financial Regulation? Chi sono i regolatori?e' attivitaì operativa di chi?

di (udite udite) Samuel G. Hanson, Anil K Kashyap, and Jeremy C. Stein.

E' un (altro)  bellissimo paper. Dove gli economisti fanno davvero gli economisti, parlano di metodo, analisi di impatto, merito,, ed io mi diverto. ne consiglio la lettura. Mi diverto anche a leggere Amartya Sen, pensi un po'.

Anche il Prof. Luigi Zingales scrive da...D...spesso su temi di competenza dal regolatore

http://www.macroeconomics.tu-berlin.de/fileadmin/fg124/Regulation/Hanson...

E' quello che mi sono sempre chiesto anch'io, riguardo ai tempi biblici della Corte nell'emettere una sentenza sulla costituzionalità o meno di una legge.
Personaggi come Amato, lo stesso Mattarella, che prendono più di 200 mila euro all'anno, senza contare altre indennità e pensioni, com'è possibile che riescano a raggiungere questi record di ritardo?
Cambiare Costituzione, cambiare le modalità della Corte, insomma le solite cose che si continuano a dire ma che molti vorrebbero negare e nascondere. 

I tempi di risposta della Corte Costituzionale, all' apparenza lunghissimi, sono quasi sempre molto corti dell' ordine di alcuni mesi. La scarsa reattività di fronte alle leggi incostituzionali è data dal meccanismo di innesco della CC che può essere attivato solamente dai magistrati ordinari che solo a fronte di un caso in giudizio possono ritenere incostituzionale la legge che devono applicare e quindi sottometterla al giudizio della CC. Un caso evidente si è avuto con il porcellum: i sostenitori dell' incostituzionalità si sono inventati una causa civile di fronte alla Cassazione, che a sua volta ha interpellato la CC; tutti i precedenti tentativi di attivazione della CC si erano arenati per difetti procedurali.
Quindi Amato, Mattarella e gli altri giudici non sono responsabili di nessun ritardo avendo indici di produttività molto alti .
Corrado Tizzoni

Quindi Amato, Mattarella e gli altri giudici non sono responsabili di nessun ritardo avendo indici di produttività molto alti .

Alla luce di questi suoi chiarimenti Sig. Tizzoni la ringrazio, e conferma sempre più l'impotenza e direi inutilità (oltre all'onerosità dei membri che ne fanno parte) della Corte Costituzionale, quando potrebbe essere la Suprema Corte a prenderne il posto e giudicare le leggi in tempi "umani" ed economici.
Nel complesso urge una riforma della magistratura, solite cose già chiarite in passato. 

due provocazioni prima di leggere gli articoli:

siam sicuri che siano gli elettori a non distinguere e non i candidati moderati a non differenziarsi?

se in usa dichiarassero incostituzionale la pena di morte, mica arresterebbero per omicidio i boia? fuor di metafora se una legge è dichiarata incostituzionale siam sicuri che debbano essere sempre annullati retroattivamente i suoi effetti?

Che io sappia, nessuna sentenza della Corte Costituzionale è retroattiva. Immaginate che contenziosi si creerebbero? Per quanto riguarda il post di Andrea Grenti, che propone di abolirla e sostituirla con la corte suprema, non capisco. La Corte suprema sarbbe la Cassazione? Se così è, assolutamente no. Il ruolo dell Corte costituzionale è così delicato e particolare che non può essere affidato SOLO a magistrati di carriera. E' comunque vero che i giudici della corte costituzionale hanno dei benefit ed uno stipendio eccessivi. Ma per favore, non facciamo i grillini, il problema non è solo quello

La Corte Suprema negli USA mi pare abbia sia il ruolo di Corte di ultima istanza per le leggi ordinarie federali,  sia per verificare la costituzionalità delle medesime leggi.
Il mio intervento non voleva sottolineare l'impatto economico della Corte che è comunque importante, ma più che altro l'effettiva efficacia della suddetta. 

Buon SAN VALENTINO a tutti!

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti