Il sol dell'avvenire

14 novembre 2007 alberto bisin
L'altro ieri a Carnegie Hall ho sentito la Orquesta Sinfónica Simón Bolívar del Venezuela, diretta da Gustavo Dudamel: Il meglio del socialismo! (Un cinico direbbe "il meglio del petrolio", ma io resto un inguaribile romantico e conto l'orchestra tra i meriti del socialismo).

L'Orchestra Sinfonica Simon Bolivar è composta da 150 persone circa, tra i 15 e i 25 anni. Il direttore artistico dell'orchestra e conduttore è Gustavo Dudamel. Ha 26 anni, annovera Simon Rattle tra i suoi protettori (al concerto Rattle ha condotto l'orchestra nella decima sinfonia di Shostakovich, mentre Dudamel l'ha condotta in un concerto di Bartok). La recensione del concerto a cui ho assistito io l'altra sera, firmata dal critico musicale del NYTimes che una amica musicologa dice essere tipo difficile, è qui.

Orquesta sinfonica Simon Bolivar
Dudamel è ormai considerato il sole dell'avvenire dei conduttori d'orchestra e dal 2009 condurrà l'orchestra sinfonica di Los Angeles.

L'Orchestra Sinfonica Simon Bolivar nasce da un programma nazionale per lo sviluppo della musica classica. Mezzo milione di bimbi di ogni gruppo sociale iniziano giovanissimi a far parte di quello che in Venezuela è El Sistema: prendono lezioni e imparano a suonare uno strumento. El Sistema ha 30 anni ed è stato fondato da Jose Antonio Abreu, musicista (ed economista, ma per ridere) venezuelano.

Hugo Chavez ha trovato El Sistema già in piedi, ma ci ha rovesciato sopra un mucchio di petrodollari, che non guastano.

Petrolio o socialismo, l'orchestra ha un suono vivace e preciso (non vado più in là che non capisco abbastanza). Come bis hanno suonato un mambo da West Side Story ballando, lanciando gli strumenti, con grande allegria. A me è parso bellissimo. L'amica musicologa che era con noi era anche lei divertita dalla cosa, ma anche assolutamente impressionata dalla qualità dell'orchestra e della conduzione.

 

7 commenti (espandi tutti)

L'emozione di un concerto ben eseguito può giocare brutti scherzi ... in altri tempi i cori ed i balletti dell'Armata Rossa scaldavano il cuore di tanti buoni borghesi "progressisti", pronti a credere nella profonda umanità dei sovietici che solo l'ingordigia dei cinici capitalisti americani ci impediva di condividere. Era un brutto film, che non vorrei più veder proiettato su qusti schermi.

Sono d'accordo con te. Ma quelli erano cori; e questo era Bartok. E poi ho dei seri dubbi che vedrai proiezioni simili su QUESTI schermi (nel senso di nFA).

thank god a los angeles si liberano di quel grigiore finnico che e' salonen!!
della musica suonata dall'orquestra bolivar diretta da dudamel ci sono degli estratti su
amazon e youtube: che bravi! proprio freschi! ma davvero lanciavano gli strumenti?!

Giuro! Solo nel mambo, naturalmente, non mentre suonavano Shostakovic. "Freschi" pare anche a me la parola giusta.

Voilà... non si vede il lancio degli strumenti però

qui invece il lancio, straordinario, si vede! e mi pare si vedano pure i petrodollari..

Deve essere stato uno spettacolo straordinario. Qualcuno sa se esiste un sito dell'orchestra per conoscere le date delle esibizioni? Una veloce google search non mi ha aiutato...

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti