Officina Abarth: i 12 punti limati

19 marzo 2007michele boldrin e alberto bisin

Sandro ha tradotto i 12 punti di Prodi. Noi li abbiamo limati e stretti un po'. Ci abbiamo dato dentro con lima e pinze e son venuti con il motore potenziato, Abarth appunto ... Non si dica, poi, che noi proposte chiare ed ottimiste non le facciamo mai.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Privatizzare l'università

L'universita', per distorsione professionale, e' uno dei temi ricorrenti su nFA. Questa volta rdibattono due ospiti. Nello specifico Gianni de Fraja (Leicester, UK) e Nicola Lacetera (Case Western OH). Boldrin fa, guarda caso, solo da provocatore ed editore. Il dibattito e' aperto, per l'ennesima volta. Controlliamoci e, soprattutto, non ripetiamoci.

Sommario

L'articolo di Gianni ed il commento di Nicola su LAVOCE.IT
Introduzione, di Michele Boldrin
Pagina 2: La critica di Nicola Lacetera
Pagina 3: La replica di Gianni De Fraja

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Le Estetiste: il collo di bottiglia della crescita italiana

29 gennaio 2007michele boldrin e giorgio topa

Non solo estetiste: anche parrucchieri, giornalai, benzinai e cinema ... oltre all'informazione obbligatoria ed il divieto di pubblicita'. Finalmente una liberalizzazione coraggiosa, che va alla radice dei veri motivi per cui l'Italia non cresce.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Dove sta andando la riforma elettorale?

22 dicembre 2006sandro brusco

Le speranze di migliorare l'attuale 'porcellum' sono esigue ma non nulle.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Rivoluzionare, non riformare, il mercato del lavoro in Italia

20 novembre 2006redattori noiseFromAmeriKa

Da un po' di tempo ci siamo chiesti: cosa bisognerebbe fare per cercare di rendere funzionante il mercato del lavoro italiano, per ridurre la precarietà, aumentare l'occupazione, far crescere i salari e la produttività, e, soprattutto, per dare a chi lavora la speranza che, lavorando e dandosi da fare, qualcosa si possa ricavare? Ce lo siamo chiesto in quanto economisti, non in quanto politici e sindacalisti. Dal dibattito collettivo sono emerse alcune riflessioni e alcune proposte abbastanza chiare, che vi proponiamo. Per un dibattito serio. ''Sommario''

  1. Introduzione
  2. Le leggi Biagi e Treu, ed i loro effetti
  3. Gli effetti della flessibilità nel mercato del lavoro: il Regno Unito e l'Irlanda
  4. Gli argomenti contro la flessibilità sono errati
  5. Che fare?
  6. Il "posto fisso alle poste". Conclusione

Nota: abbiamo suddiviso l'articolo in sei pagine. Chi volesse leggerlo o stamparlo in un'unica pagina puo' usare la versione stampabile ottenibile cliccando sull'apposita icona a fianco della data di pubblicazione.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Milton Friedman

16 novembre 2006michele boldrin

Aveva 94 anni: una morte annunciata. Dispiace lo stesso. E' stato uno speciale, nel bene e nel male. Alla fine della fiera molto piu' nel bene che nel male. Averne come lui.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Trattamento Fine Rapporto. Prodi ed Almunia: vergognatevi!

25 ottobre 2006gian luca clementi

Prodi ed Almunia, ed anche i sindacati, si dovrebbero vergognare perche' hanno la faccia tosta di affermare in pubblico che il trasferimento forzoso del TFR dalle imprese allo Stato migliora le condizioni della finanza pubblica italiana.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

I ricchi italiani che bisogna tassare

23 ottobre 2006michele boldrin

Riporto qui, leggermente organizzati e commentati, i risultati di un'indagine del tutto personale su chi sono i ricchi italiani che questo governo vuole tassare sino alle lacrime.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Finche' Mussi ci ripensa: come salvare universita' e pensioni

12 ottobre 2006michele boldrin

Il commento all'articolo in cui Gian Luca invita il (suo) compagno Mussi Fabio a ripensarci (campa cavallo che l'erba cresce ...) e' diventato troppo lungo, come al solito. Cosi' l'ho allungato ancora un po' ...

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

I bersani, non i patti (II): una Finanziaria nemica dello sviluppo economico

9 ottobre 2006michele boldrin

Ritorno al discorso lasciato in sospeso. Il tempo trascorso permette di collegare la critica ai patti come metodo di politica economica all'analisi della Finanziaria 2007. E fare un'osservazione che, stranamente, nessuno ha fatto in questi dieci giorni: ossia che questa e' una finanziaria non "per" ma "contro" lo sviluppo, e quindi contro i lavoratori.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>
PAGINE