Dimmi cosa leggi ...

14 gennaio 2008michele boldrin

... e ti dirò cosa ti tormenta.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Dove va la riforma elettorale? Un esercizio di teoria dei giochi.

13 gennaio 2008sandro brusco

Si è ri-ri-ri-cominciato a parlare di riforma elettorale. Che tipo di riforma elettorale ci sarà, e se ci sarà, dipende dalle carte che i diversi partiti hanno in mano. In questo post cerco di usare i concetti della teoria dei giochi per chiarire meglio quali sono tali carte, e cosa possiamo aspettarci succeda nei prossimi mesi.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Grillo e le non-interviste dell'Espresso

11 gennaio 2008andrea moro

Il fedele lettore Pepe ci segnala in un commento un meme che mi era sfuggito: una non-intervista a Beppe Grillo da parte di Alessandro Gilioli dell'Espresso, linkata prontamente da diverse dozzine di blog (e ora, in ritardo, anche da noi). Si tratta di una serie di domande più o meno retoriche in risposta all'iniziativa del V2-Day, la giornata di protesta in programma per il 25 Aprile contro la "casta dei giornalisti". Il giornalista si lamenta che Grillo si sia rifiutato di rispondere alle domande, dopo aver inizialmente acconsentito. Non so perché Grillo non abbia risposto, resta il fatto che le domande sono intellettualmente debolucce.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Perché la Spagna è più avanti dell'Italia

10 gennaio 2008michele boldrin

Che piaccia a Prodi o meno, la Spagna è oggi un paese più "avanzato" (economica- e social-mente, per usare uno spagnolismo) e l'evidenza non lascia spazio a dubbi. La ragione fondamentale, a mio avviso, è che in Spagna la Casta non c'è. Almeno, non c'è ancora.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

La Casta, il Sud, e la casta del sud

6 gennaio 2008michele boldrin

La questione "rifiuti in Campania" conferma - ve ne fosse bisogno - che la Questione Meridionale è LA Questione Nazionale, piaccia o meno a LorSignori. Non sembra piacere: LorSignori seguitano a raccontare al popolo puzzolenti menzogne più o meno funzionali al mantenimento dello status quo. Tutti insieme, dall'allarmato Presidente al fattivo Primo Ministro agli oranti Vescovi, sino all'ultimo membro della casta, o appendice del medesimo. Fra questi vanno inclusi i Calderoli, che mentono dicendo che la Campania non è Italia: lo è, così come lo sono Calabria, Sicilia e il resto. Sarebbe il caso di riconoscere che il re è sconciamente ignudo, e capire che il Sud d'Italia comincia a Roma e che Roma, non Napoli o Palermo, ne è la capitale.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Le priorità di Berlusconi. Ovvero, non ci resta che piangere.

3 gennaio 2008sandro brusco

Quando ho letto su Repubblica il nuovo programma del berlusca non ho creduto a quello che leggevo. Si tratta di un foglio ostile al nostro, mi son detto, sicuramente hanno malignamente travisato. Quindi, sono andato a cercare la vera interpretazione su Il Giornale. Che, ahimé, conferma quello che dice Repubblica.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Chi paga le associazioni dei consumatori

2 gennaio 2008marcello urbani

Secondo il Corriere della Sera il denaro pubblico finanzia fino all' 85% del bilancio delle associazioni dei consumatori, che sono tante ed in aperta lotta fra loro. Ora che anche in Italia è arrivata la class-action (in una versione apparentemente orrenda, ed anche di questo sarebbe il caso di discutere) le associazioni dei consumatori, la loro attività, trasparenza e gestione diventano questioni molto importanti. Su cui, apparentemente, poco si discute. Vediamo se fra i lettori v'è in giro qualche esperto.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Che c'è di liberale nei 7 punti di Dini?

31 dicembre 2007andrea moro

Ieri Dini ha posto un ultimatum al governo condizionandone la sopravvivenza all'accettazione di 7 riforme. Da quasi due anni ripetiamo, almeno parlando di politica economica in Italia, più o meno sempre la stessa manfrina: il paese ha bisogno di mercato, mercato, e ancora mercato. Dini è il leader di un partito con la parola liberale nel nome. Nessuno dei sette punti menziona direttamente concorrenzialità e liberismo economico, mentre alcuni lo fanno indirettamente. Nonostante questo sembrano aver sollevato una grande levata di scudi a sinistra, e non solo a sinistra. A noi sembrano ovvietà che ogni governo decente dovrebbe aver già attuato, altro che utili spunti di discussione.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

La galleria degli orrori

27 dicembre 2007gian luca clementi

Mi ero ripromesso di non scrivere mai più di Alitalia. Come non detto.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Il Derby in Curva

26 dicembre 2007alberto bisin

Racconto dettagliato di una bella giornata.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »
PAGINE