Esegesi del pensiero di un Professore Ordinario della Sapienza in Pensione

4 aprile 2017Paolo Bizzarri

Il professor Giorgio Rodano ha ritenuto di doversi esprimere in merito alla vicenda della copiatura della tesi di dottorato della Ministra Madia. Sfortunatamente ha inconsciamente utilizzato un linguaggio accademico, le cui sfumature sono difficili da comprendere da parte di soggetti esterni al mondo universitario italiano. Questo pezzo cerca di fornire una lettura semplificata al pensiero del professore.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Virgolette, citazioni e plagio: alcuni chiarimenti in merito al caso Madia

4 aprile 2017andrea moro

Il caso Madia, sollevato da uno scoop del Fatto Quotidiano, ha creato come prevedibile la solita caciara da stadio, dove gli ultras delle due curve gridano pro o contro. Ora sembra che il caso venga annacquato facendolo apparire come una lotta intestina al PD. Premetto che non ho preferenze fra le correnti del PD né ho particolari opinioni sulla qualità dell'operato della Madia come ministra, che non ritengo particolarmente migliore o peggiore dei ministri precedenti (curiosa la necessità di doverlo premettere, essendo le preferenze in merito irrilevanti nel caso in questione).

I fatti sono noti e facilmente riscontrabili. Gli articoli di Laura Margottini si limitano a descriverli senza eccessive coloriture: risibili sono le minacce di denuncia. Vorrei qui aiutare i non addetti ai lavori a capirne la gravità: l’omissione di virgolette è un peccato veniale o no? È sufficiente citare le fonti nella bibliografia, come sostengono la Madia e molti suoi sostenitori, a cominciare dal suo relatore Giorgio Rodano? È giusto minimizzare le responsabilità sia della candidata che della commissione, come ha fatto Pietro Pietrini (attuale direttore IMT) o non commentare lavandosene le mani, come ha fatto Fabio Pammolli (membro della commissione e già rettore dell'istituto)? E, soprattutto, è davvero solo una questione di virgolette?

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Letture per il fine settimana 01-04-2017

1 aprile 2017Costantino De Blasi

Questa settimana: la protesta di Melendugno per il gasdotto TAP, la neodittatura di Maduro, un ritratto di Trump e della sua America, un recap sulla Brexit e qualche chiarimento sugli OGM.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Il campionato di salita dello scalino

31 marzo 2017davide mancino

Dove si ricorre a un buffo sport per mostrare che qualcosa, nel racconto della crisi economica, decisamente non torna.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Il grafico della settimana, 29-03-2017

29 marzo 2017davide mancino

Di nuovo, il mito dell'Italia unica – questa volta nella scuola.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Comunicare meglio dei populisti

28 marzo 2017Fabrizio Bercelli

In vari paesi occidentali trovano largo seguito movimenti politici e leader che offrono idee e programmi sorprendentemente irragionevoli. Sembrerebbe sensato contrastarli semplicemente spiegando ai cittadini quali siano i problemi reali e proponendo soluzioni non illusorie. Peccato che non funzioni: troppi elettori storcono il naso e girano la testa dall’altra parte. Le soluzioni semplici dei populisti sono più attraenti di argomenti basati sulla ragione, e dicono quello che molti vogliono sentirsi dire. C’è un’alternativa alla pedagogia delle dure verità e delle amare medicine? Qui suggerisco di sì, con la precisazione che questo è solo un esercizio con qualche esempio per avviare una discussione più estesa, di cui c’è estremo bisogno.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Letture per il fine settimana 24-03-2017

Il grafico della settimana, 22-03-2017

22 marzo 2017davide mancino

C'è ripresa e ripresa: come stanno andando le cose nelle principali nazioni europee, dall'inizio della crisi in poi?

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Lui è tornato

Look Who's Back
David Wnendt
2015
20 marzo 2017Dino Parrano

Cosa farebbe Adolf Hitler se dovesse far propaganda ai giorni nostri?

Citazione 1:

- Adolf Hitler: “Ti pare che sembri un criminale?”

- Uomo: “Sembri Adolf Hitler”

- Adolf Hitler: “Esattamente”

Citazione 2:

- Sawatzky: ”Sì la storia si ripete. Lei sta prendendo in giro la gente con la sua propaganda.”

- Hitler: ”Oh Sawatzky… Nel 1933 le persone non sono state ingannate dalla propaganda. Hanno eletto un leader che ha rivelato apertamente i suoi piani con grande chiarezza. I tedeschi mi hanno eletto.”

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Letture per il fine settimana 17-03-2017

PAGINE